BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie tra chi chiede cambiamenti c'è perfino la Caritas. Per chi, quando e come

Anche la Caritas interviene nel dibattito pensioni con richieste di nuove proposte di intervento tra assegno universale e turn over. Le novità




Le ultime notizie sui numeri che interessano le condizioni di vita dei pensionati continuano ad essere negative: dopo i dati di qualche mese fa che attestavano come la maggior parte dei pensionati in Italia vive con meno di mille euro e ben due milioni con meno di 500 euro al mese, al di sotto della soglia di povertà, le novità delle ultime settimane non sono certo migliori. Secondo quanto riportato dal Presidente di FederAnziani, Roberto Messina, in questo momento in Italia secondo l’Istat sono 880mila gli anziani che vivono in condizioni di povertà assoluta e sono in costante aumento.

E se le pensioni basse e medio-bassedi oggi continuano a perdere valore, i nuovi pensionati, secondo le previsioni, saranno ancora più poveri di quelli di oggi. Si tratta di una situazione che mette ancora una volta ben in evidenza l’urgenza di fare qualcosa che modifichi davvero la situazione pensionistica italiana. E’ diventato necessario riuscire a garantire a pensionati e pensionandi condizioni di vita dignitose, soprattutto considerando che si parla di persone che hanno lavorato una vita intera, per poi ritrovarsi in questa precarietà davvero terribile.

A confermare questa situazione di disagio per pensionati e per i giovani, i dati che emergono dall’ultimo Rapporto Caritas sulle politiche contro la povertà in Italia, che riporta come il numero di persone in povertà assoluta è più che raddoppiato in 7 anni, passando da 1,8 milioni del 2007 a 4,1 milioni del 2014, dal 3,1% al 6,8% del totale.

Per cercare di risolvere questa situazione troppo negativa, secondo la Caritas bisognerebbe puntare su misure di sostegno come l’assegno universale per tutti coloro che si ritrovano in condizioni di forti difficoltà e che a 50 perdono il lavoro, così come proposto dal presidente dell’Inps Boeri, ma anche su interventi per dare via a quel turn over che permettere il ricambio generazionale al lavoro sostenendo così il rilancio dell’occupazione giovanile. Duplice dunque la richiesta della Caritas, tra erogazione dell’assegno universale e possibilità di pensiona anticipata in modo da sostenere anche il lavoro, che oggi manca, per i giovani.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il