BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie: unica legge seppur parziale e minima approvata subito tra quota 100, contributivo, mini pensioni

Proroga contributivo donna unica modifica possibile probabilmente sulle pensioni: novità, posizioni politiche e prospettive




L’unica novità pensioni che potrebbe arrivare nel breve periodo è la proroga del contributivo donna: dopo le ultime notizie di qualche giorno fa che hanno visto l’ennesimo blocco a questa misura da parte dei tecnici della Ragioneria di Stato, si pensa che questo intervento possa essere l’unica legge da approvare ma sostanzialmente per giustificare le tante dichiarazioni di intervento sulle pensioni che si sono susseguite in questi mesi. Da tempo, infatti, premier Renzi, Ministero del Lavoro, partiti politici, Inps ma anche Ministero dell’Economia, confermano modifiche pensionistiche anche se regna l’incertezza su modalità e tempi di approvazione.

E mentre al centro del dibattito politico vi sono piani di quota 100, mini pensione, contributivo, assegno universale ma anche la nuova legge ibrida Renzi-Boeri, combinazione di tutti i meccanismi appena citati e per questo fattibile perché mette tutti d’accordo, le porte sembrano aprirsi ad una legge che con le proposte appena citate non c’entra poi molto. Ma si tratterebbe di una sorta di alibi per lo stesso premier Renzi che potrebbe comunque dire che qualcosa sulle pensioni, seppur minimo, è stato effettivamente fatto.

Prorogando il contributivo donna si darebbe, ancora fino al 31 dicembre 2015, la possibilità  alle lavoratrici di andare in pensione a 57 anni per le statali e a 58 anni per le autonome, con 35 anni di contributi e accettando una pensione finale ridotta interamente calcolata con sistema contributivo. Ciò significa percepire un assegno ridotto del 25,30% rispetto a quello che percepirebbero con il più vantaggiosi metodo retributivo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il