BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: resoconto incontro Commissione Parlamento. Cosa è stato detto e soprattutto non affrontato

Ancora una volta nessuna novità fondamentale sulle pensioni dopo riunione di ieri della Commissione Lavoro: le ultime notizie




Si attendevano ultime notizie su un possibile sblocco dei lavori sulle pensioni dall’ennesimo incontro tenutosi ieri 16 settembre in Commissione Lavoro. Ma dopo l’ultimo blocco alla proroga del contributivo donna deciso con la scorsa riunione dai tecnici della Ragioneria di Stato, anche ieri la discussione si è conclusa senza alcuna rilevante novità. Nulla, infatti, è stato detto su quota 100, mini pensione, contributivo, legge ibrida Renzi-Boeri, e nessuna dichiarazione è arrivata da alcun esponente politico.

Solo per quanto riguarda il piano di quota 100, qualche accenno è stato fatto dalle Alleanza delle cooperative italiane e R.E.Te. Imprese, che hanno parlato di necessari interventi sulle pensioni ma collegati al lavoro, sottolineando gli effetti negativi che l’attuale legge ha avuto sulla nostra società, portando anche ad una riduzione di produttività, dovuta essenzialmente all’allungamento dell’età pensionabile per tutti. E proprio per ovviare a questa situazione di disagio, l’Alleanza delle cooperative italiane, insieme a Confindustria, si è detta d’accordo sulla possibilità di concedere maggiore flessibilità pensionistica.

Permettendo, infatti, ai lavoratori più anziani di andare in pensione prima, sempre a fronte di penalizzazioni in modo da non incidere sulle casse dello Stato, si libererebbero nuovi posti di lavoro che potrebbero essere occupati dai giovani oggi magari disoccupati, dando il via a quel ricambio generazionale a lavoro che rilancerebbe, allo stesso tempo, competitività e produttività.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il