BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie fasi differenti per diversi cambiamenti pensioni anzianità, precoci, vecchiaia,usuranti seppur non si dice

Sono diversi ancora i piani di modifica delle pensioni al vaglio del governo e diverse le novità da aspettarsi ma non per tutti e in tempi differenti. La situazione attuale




Modificare i requisiti di uscita dal lavoro per pensioni di vecchiaia e anzianità, soluzioni ad hoc per lavoratori precoci e usuranti e assegno universale per tutti sono le novità che in tanti si aspettano dai lavori del governo Renzi. Ma è difficile che questi interventi vengano messi in atto nel breve periodo: mancano le risorse economiche necessarie e sono diversi i contrari alle modifiche pensionistiche, primi tra tutti Ue e Bce che ribadiscono come l’attuale legge italiana debba rimanere ancora così com’è.

L’unica novità che potrebbe essere approvata ora è la proroga contributivo donna e se si pensa anche a rivedere i requisiti previsti rispetto agli attuali, con possibilità di pensione a 62, 63 anni con 35 anni di contributivo e penalizzazioni del 3, 3,5% per ogni anno di anticipo in cui si lascia il lavoro, cancellando lo scalino dei 22 mesi che blocca il turn over.

Si tratta di un meccanismo diverso da quello previsto oggi che richiedere l’età pensionabile per le donne a 57 anni per le statali, a 58 anni per le autonome, sempre con 35 anni di contributi ma accettando una taglio della pensione finale del 25, 30% esclusivamente calcolata con metodo contributivo.

Si pensa anche alla possibilità di pensione a 63 anni, con 35 o 30 anni di contributi e penalizzazioni del 3-4% fino a un massimo del 10-12% per il periodo mancante al raggiungimento dei 66 anni, piano che però potrebbe valere solo per coloro che sono rimasti fuori delle salvaguardie già scattate o per gli uomini disoccupati over 62. Tutte queste novità rientrare in una legge delega, con cui il governo si impegnerebbe a formulare le sue proposte in 6-12 mesi per poi farle approvare dal Parlamento, piano di lavoro decisamente più rapido rispetto a quello di un iter parlamentare che richiederebbe tempi decisamente più lunghi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il