BioPlastica è l'invenzione dell'anno per l'Ue. Premiata Catia Bastioli ceo dell'azienda Novamont

Il premio “Inventore Europeo dell’Anno” della Commissione europea e dell’Ufficio Europeo dei Brevetti è andato a Catia Bastioli, Amministratore Delegato di Novamont



Il premio “Inventore Europeo dell’Anno” della Commissione europea e dell’Ufficio Europeo dei Brevetti è andato a Catia Bastioli, Amministratore Delegato di Novamont per quanto riguarda la categoria delle piccole e medie imprese. Riconoscimento meritato grazie all’invenzione delle plastiche biodegradabili ottenute dall’amido di mais, tramite il brevetto-prodotto Mater-Bi.

Con il marchio Mater-Bi, Novamont produce e commercializza diverse linee di biopolimeri a completa biodegradabilità in diversi ambienti, come ad esempio in compostaggio e in suolo. Tanti i settori di utilizzo: dalle shopper ai sacchetti per la raccolta rifiuti, dalle vaschette per alimenti ai pannolini, dalle posate ai piatti ai bicchieri.

Secondo i conti degli agricoltori di Coldiretti le bioplastiche potrebbero evitare nell’Unione Europea la dispersione nell’ambiente ogni anno di un milione di tonnellate di plastica, ridurre di 1,4 milioni di tonnellate le emissioni di anidride carbonica e risparmiare 700mila tonnellate di petrolio, solo sostituendo i normali sacchetti della spesa in plastica. Proprio lo scorso ottobre la Novamont e la confederazione hanno firmato un accordo che ha portato alla creazione di una bioraffineria a Terni.

E proprio di bioplastica si è parlato nella puntata del 15 aprile di Report e tra gli intervistati troviamo Catia Bastioli. Vi suggerisco un piccola visita per seguire la puntata on line.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il