Fiat entrerà sul mercato cinese con Alfa Romeo. E diverse alleanze sono in fase di analisi

In occasione della consegna del «Premio Top Manager Mondo 2006», che gli è stato assegnato dal mensile InterAutoNews, l'amministratore delegato Sergio Marchionne ha annunciato il futuro sbarco della casa automobilistica torinese in Cina



Riceviamo da Gentle Shark e con piacere pubblichiamo

In attesa dei conti trimestrali che verranno pubblicati il prossimo 23 aprile che dovrebbero evidenziare un'ulteriore riduzione dell'indebitamento e un utile netto che nei primi tre mesi del 2007 è risultato superiore ai 151 milioni di euro dello stesso periodo del 2006, Fiat ha anticipato alcune importanti novità sulle strategie future del gruppo.

In occasione della consegna del «Premio Top Manager Mondo 2006», che gli è stato assegnato dal mensile InterAutoNews, l'amministratore delegato Sergio Marchionne ha annunciato il futuro sbarco della casa automobilistica torinese in Cina, con il marchio Alfa Romeo. I colloqui con Chery, già partner di Fiat nei motori, "stanno andando avanti" ha dichiarato Marchionne, precisando che sarà tuttavia necessario "essere sicuri che dallo stabilimento della Chery escano veramente delle Alfa e ciò richiede un grande impegno da parte nostra sia qualitativo che ingegneristico."


Relativamente alle alleanze ci sono numerosi dossier aperti: "Non so quale verrà conclusa entro giugno - ha continuato il manager - però posso escludere novità su Cnh. D’altronde non tutte le alleanze su cui stiamo lavorando andranno in porto, ma la possibilità di cooperare con tutti per il gruppo è diventato un fatto strutturale».

Ma le novità non finiscono qui. Dopo il lancio sul mercato italiano, in programma per luglio, la 500 potrebbe sbarcare negli Stati Uniti, magari con un modello rifinito su misura. Operazione questa che tuttavia non andrà in porto prima del 2010.
Sul fronte delle low cost poi, una delle possibilità che si stanno valutando è quella di "riesumare" il marchio Innocenti.

Il titolo, che nel giro di dieci mesi ha più che raddoppiato il proprio valore, viaggia ora stabilmente al di sopra dei 20 euro. E molti opeatori ritengono che fino alla presentazione dei nuovi modelli della Bravo e della 500 ci siano ulteriori margini di apprezzamento, addirittura fino a 25 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il