BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa terzo ciclo 2015-2016 e nuovo concorso scuola: quando, per chi, requisiti, domande. Tutto quello che si sa finora

I requisiti necessari per accedere al terzo ciclo del Tfa e polemiche su prossimo concorso per la scuola: atteso per il primo dicembre il bando e novità




Dovrebbe partire il prossimo gennaio 2016, come annunciato dal ministro dell’Istruzione Giannini, il terzo ciclo del Tfa, di cui, però, manca ancora il bando ufficiale. I requisiti per accedere al terzo ciclo del Tfa sono: l’essere in possesso di una laurea vecchio ordinamento e aver fatto esami necessari all’insegnamento; una laurea specialistica/magistrale riconosciuta e crediti necessari all’insegnamento; aver conseguito un diploma Isef valido per l’insegnamento per il Tfa di Scienze Motorie; o titoli di studio non rientranti in quelli previsti dal d.m. 39/98 e 22/2005 ma ad essi equipollenti.

Anche i congelati Ssis in soprannumero e senza dover sostenere alcuna prova di accesso e i docenti di ruolo o già in possesso di abilitazione per una classe di concorso diversa da quella che intendono conseguire. Una delegazione composta da rappresentanti di Mida, Adida a CDP, ricevuta dal Capo Dipartimento istruzione De Pasquale, delegata dal Ministro Giannini, in riferimento alla III fascia, ha chiesto che siano attivati nuovi Pas, parallelamente al prossimo ciclo di Tf, con cui garantire la possibilità ai docenti con servizio di accedere ai canali di reclutamento previsti dalla nuova riforma.

Passando, invece, al bando per il prossimo concorso della scuola 2015-2016, si attende il prossimo primo dicembre e, secondo le ultime notizie, varrà solo per i docenti con abilitazione Pas e Tfa, cosa che ha scatenato non poche polemiche, considerando che secondo le norme della nuova riforma della Scuola, al concorso 2015-2016 possono accedere anche i semplici laureati e non abilitati. E lo stesso ministro Giannini sembra aver contraddetto questa norma, avendo, infatti, dichiarato che il bando del concorso scuola 2015-2016 sarà rivolto solo a chi è in possesso dell’abilitazione Tfa-Pas.

Nell'attesa del bando del nuovo concorso, dopo la fase B di stabilizzazione dei precari della scuola, sta per partire l'ultima fase C, che dovrebbe essere avviata a novembre, anche se manca il giorno esatto di avvio della fase. Per la fase C, i posti a disposizione sarebbero in tutto 55.258, di cui di cui 48.812 posti comuni e 6.446 di sostegno, e le scuole dell’infanzia rimarranno escluse dal piano di potenziamento, in attesa dell’arrivo del progetto 0-6.

Concluso il piano, dovrebbero, duque, essere attivate circa 92mila assunzioni, quasi 10mila in meno di quelle previste dalla legge e 55mila in meno di quelle promesse da Renzi. Ma come accaduto nella fase B, nell’ambito della quale sono stati assunti 9mila insegnati su 16.210 posti disponibili, anche in questo caso è possibile che il numero dei posti assegnati sia inferiore a quello previsto, dato che, secondo le ultime stime, gli aventi diritto che hanno presentato richiesta entro il 14 agosto sarebbero ad oggi in numero inferiore rispetto ai calcoli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il