BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie cancellata strategia migliore, riforma tasse, Ape certifiticato, luce e gas: ultime notizie oggi venerdì

Sono poche le novità oggi venerdì 2 Ottobre sulle pensioni da mettere in conto con la stesura della versione finale della manovra finanziaria.




Il governo è ancora a caccia di novità sulle pensioni, ma a oggi venerdì 2 Ottobre  le premesse suggerite dalle ultime notizie non sono incoraggianti.

Pensioni. Scendono lentamente verso il basso le prospettive di cambiamento delle pensioni in Italia. Anche i recenti annunci del premier Matteo Renzi sembrano destinati a rimanere lettera morta e il solo miliardo di euro, o poco più, che sarà inserito nella manovra finanziaria, non sarà sufficiente per imprimere una vera svolta al comparto. Non trovano riscontro le parole del presidente del Consiglio sull'applicazione di un sistema ibrido ovvero della concessione del ritiro con qualche anni di anticipo rispetto alla tabella di marcia, in cambio di un prestito pensionistico di circa 700 euro da restituire a rate e senza interessi. Il meccanismo viene considerato dai tecnici di Palazzo Chigi troppo complicato e a rischio di ottenere poche adesioni.

Se ne riparlerà più avanti, ma non si può fare a meno di ricordare come la revisione del welfare in Italia, attraverso un piano completo su pensioni, lavoro, povertà e famiglia, immaginato da Renzi, non abbia trovato seguito ( e che ra la migliore soluzione). Allo stesso piano non hanno trovato accoglimento i suggerimenti dell'ex commissario straordinario alla spending review, Carlo Cottarelli, di razionalizzazione della spesa per pensioni. Adesso il taglio della spesa pubblica è affidato al suo fedelissimo Yoram Gutgeld. Sarà poi dato seguito alla proposta del presidente dell'Inps di fare chiarezza e differenza, una volta per tutte, sulla spesa previdenziale e su quella assistenziale?

Riforma tasse. L'intenzione è di agevolare le imprese con la riduzione di Irap e Ires. L'alleggerimento sarà introdotto solo nel 2017, ammonterà a circa 8 miliardi di euro e le basi saranno poste con la prossima manovra finanziaria. Calcolatrice alla mano, è pari al 24% il target di Renzi per tagliare il fisco sulle imprese, rispetto al 31,4% attuale. La più importante sforbiciata degli anni scorsi risale al governo Prodi, quando si passò all'attuale soglia dall'iniziale 37%. In questo contesto occorre tener presente quell'1,1% di obiettivo di deficit sul Pil dell'Italia nel 2017 previsto nel Documento di preparazione alla manovra finanziaria. Del 2,2% è invece il rapporto tra deficit e Pil ipotizzato dal governo nel 2016.

Aumento luce e gas. Salgono ancora le bollette degli italiani e si ferma la discesa degli ultimi mesi. Da domani le tariffe dell'elettricità aumenteranno del 3,4%, mentre quelle del gas del 2,4%. Alla base di questi rialzi ci sarebbero la crescita dei costi complessivi per l'approvvigionamento e i costi per gli incentivi all'efficienza energetica. Stando alle stime di queste ore, ammonta a 2 miliardi di euro il possibile esborso aggiuntivo sulle bollette che potrebbe scattare nel 2016 per gli oneri di sistema. A parziale consolazione, l'Autorità per l’energia ha comunicato che, grazie ai ribassi dei mesi scorsi, in tutto il 2015 una famiglia media riuscirà comunque a risparmiare 60 euro.

Riforma Certificazione Ape. Da domani entrano i vigore le nuove regole sulla certificazione energetica degli edifici. Dal nuove Ape, l'Attestato di prestazione energetica, deve risultare in maniera chiara la quantità di energia consumata da un immobile in un anno solare e devono essere specificate le ipotesi per l'ottimizzazione dell'efficienza energetica. Molto importante è ricordare che il documento viene richiesto in tutte le ipotesi di trasferimento di immobili a titolo gratuito o di nuova locazione di edifici. Nel caso di mancato rispetto delle regole sono previste sanzioni economiche da 700 (per Ape non corretto) a 18.000 euro (per mancata redazione per edifici nuovi, ristrutturati, messi in vendita o in locazione).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il