BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità e ultime notizie requisiti età, contributi mini pensioni, quota 100, riforma Ape, bonus casa: ultime oggi domenica

Entrano oggi domenica 4 ottobre in vigore le novità sulle norme sull'attestato di prestazione energetica degli edifici. Novità anche per le pensioni




AGGIORNAMENTO: Continuano le novità anche oggi domenica 4 Ottobre su tanti aspetti del percorso di cambiamenti su vari livelli intrapreso. E non mancano le ultime notizie sulle pensioni. E i requisiti, l'età, i contributi e come andare e quando con quale assegno basato su nuovi parametri e calcoli lo abbiamo visto sotto e meglio analizzato in questo articolo

Ci sono le novità su pensioni e sanità al centro del dibattito politico anche nella giornata di oggi sabato 2 ottobre 2015. Quali cambiamenti nella manovra finanziaria?

Pensioni. C'è la scadenza del 15 ottobre, giorno di presentazione della manovra finanziaria, da tener presente quando si cercano novità sulle pensioni. Mai come questa volta, il governo sembra intenzionato a intervenire. Non ci saranno cambiamenti rivoluzionari, ma solo la concessione ai lavoratori più anziani, alle prese con un traguardo del ritiro che si allontana anno dopo anno, di congedarsi fino a qualche anno prima, a rinunciando a una parte dell'assegno previdenziale. Proprio questo è il punto su cui l'esecutivo sta ragionando insieme all'Inps: quale penalizzazione permettere di mantenere in ordine i conti pubblici e non gravare troppo sui pensionati? Si pensa a un taglio di circa il 3-4%.

Tra le proposte che vengono dall'opposizione messe costantemente all'attenzione del governo c'è quella dell'assegno universale. Si tratta di uno strumento che, in base al proponente, assume modalità differenti sia in relazione all'importo da corrispondere e sia ai destinatari. Il premier però sta frenando, cercando un'altra strada ovvero quella di scommettere sulla crescita economica del Paese, affiancata alla ripresa del lavoro. Si parla anche di un piano anti-povertà affidato al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, ma stando così le cose, sarà limitato a misure specifiche contro la povertà infantile.

Riforma sanità. La manovra finanziaria non conterrà tagli alla sanità. Lo ha promesso il premier, fissando però il punto di partenza per il fondo sanitario a 111 miliardi di euro l'anno prossimo, contro i 113 previsti dal patto per la salute. Rispetto ai 110 miliardi di quest'anno un aumento è da mettere in conto, e per questo Renzi insiste sull'impennata del 40% della spesa sanitaria dal 2002 a oggi, ma rispetto agli accordi con le Regioni l'incremento sarà inferiore al previsto.

Certificazione Ape. Da oggi entrano in vigore le nuove norme sull'attestato di prestazione energetica degli edifici, valide per tutta l'Italia. Cosa cambia? Le classi energetiche passeranno da 7 a 10, dalla meno efficiente (classe G) alla migliore (classe A4). Nel nuovo Ape sono compresi gli indici di prestazione energetica rinnovabile e non rinnovabile dell'immobile. Viene riportato un format di annuncio di vendita o di locazione dell'immobile e sono fissati i criteri di controllo della qualità del servizio di certificazione energetica.

Riforma detrazioni bonus casa. Si va a grandi passi verso la proroga di un altro anno, fino al 31 dicembre 2016, per l'acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica. La norma è contenuta nella manovra finanziaria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il