BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Le novità e ultime notizie di Ottobre sulle prospetive pensioni quota 100, mini pensione, contributivo Renzi,Boeri,Poletti,Padoan

Mancano ancora novità ufficiali sulle pensioni, possibili però nuovi piani a breve ma l’ultima parola sarà sempre di Renzi. Cosa cambierà?




Nessun riferimento a novità pensioni nel Def, il Documento di Economia e Finanzia che pone le basi per le misure che saranno inserite nella Manovra Finanziaria che sarà presentata il 15 ottobre, spending review ridimensionata, e partiti politici e premier Renzi che fanno un passo indietro sulle modifiche da apportare al’attuale legge pensionistica.

Nonostante, infatti, le recenti aperture, a sorpresa, dei tecnici del Tesoso, dal viceministro Morando al sottosegretario Baretta, allo stesso ministro dell’Economia, che per la prima volta si sono detti disponibili ad apportare novità alle pensioni purchè si tratti di meccanismi a costo zero per lo Stato e nonostante lo stesso ministro abbia presentato una nuova proposta volta al pensionamento anticipato per gli uomini che in età avanzata restano senza lavoro, ma sempre a fornte di penalizzazioni minime, si parla di un 3, 4%, le ultime notizie sembrano confermare che nulla sarà fatto nel breve periodo.

Si è parlato per mesi della necessità di mettere a punto piani ben definiti per cambiare i requisiti oggi richiesti per l’accesso alla pensione finale ma nessuno tra mini pensione, quota 100, contributivo, part time, nuovo piano ibrido Renzi-Boeri sembra possa essere attuato ora. Ci vuole tempo ancora perchè mancano le risorse finanziarie necessarie e la situazione economica d’Italia non è ancora così migliorata da permettere di agire sulle pensioni. L’unica novità possibile potrebbe essere la proroga del contributivo donna  ma con requisiti diversi a partire dal 2016.

Il motivo del passo indietro sulle modifiche alle pensioni è stato innanzitutto il cambio di strategia di lavoro del premier Renzi, passato dal parlare di diretti piani di lavoro sulle pensioni, come aumento delle pensioni minimi e piani flessibili per tutti, a nuovi piani di taglio delle tasse per famiglie e imprese e di aiuti per le famiglie in difficoltà, all’apertura alla proroga del contributivo donna come contentino per partiti politici ed elettorato, i tecnici del Tesoro hanno aperto, forse per la prima volta in maniera esplicita, a modifiche pensionistiche purchè però siano a costo zero per lo Stato.

La novità è che, come annunciato dal ministro del Lavoro, a breve saranno resi pubblici i piani che sulle pensioni, mancano solo i dettagli da parte del ministro dell'Economia, e si attendono ancora novità anche dal presidente dell’Inps Boeri. Quando questi piani saranno presentati, l’ultima parola spetterà, come sempre del resto, al premier Renzi che deciderà esattamente come già accaduto con le nuove norme del Lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il