BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità quota 100 rivista, staffetta rilanciate Renzi,Boeri,Padoan,riforma rinnovo stipendi: ultime novità oggi mercoledì

Continuano le novità sulle pensioni, tasse, canone rai anche con colpi di scena dell'ultima ora e con ultime e ultimissime notizie che continuano a cambiare




AGGIORNAMENTO: Con la prossima manovra finanziaria sono tantissime le questioni in ballo, per le pensioni novità interessanti che vedremo concretizzarsi entro 10 giorni, a partire dalle ultime notizie sulla riduzione delle pensioni di centinaia di politici. Fa scalpore la questione Canone Rai, dopo l'annuncio di Renzi, il piano sulla distribuzione della tassa si fa sempre meno chiaro, in quanto la stessa Enel annunci grandi problemi tecnici oltre a possibili problemi costituzionali. Se inizialmente le novità sulle pensioni sembravano accontanate, ora tornano alla ribalta interessanti cambiamenti in riforma finanziaria che abbiamo trattato in modo approfondito nell'articolo.

AGGIORNAMENTO: E' un continuo tira e molla, susseguirsi di novità sulle pensioni, ma in generale su diversi piani per tasse, canone Rai, investimenti che vengono di volta in volta, dalle ultime notizie e ultimissime notizie anch dell'ultima ora confermate e smentite. Ad oggi, mercoledì 7 ottobre, sembra ritornata l'idea di un rilancio, seppur non subito, di una revisione completa del sistema previdenziale, partendo dai prvilegi dei politici, ma fino a ieri, e per diversi giorni, nessuno parlava più nelle diversioni interviste di pensioni. E anche sulle tasse sembrava tutto rimandato nei prossimi anni, con semplici indicazioni nell'attuale manovra. Poi le cose sono di nuovo cambiate con un taglio dell'Ires immediato. E per quanto riguarda le pensioni sembra che si sia rimesso in pista per un estremo tentativo anche Boeri come abbiamo spiegato in questo articolo.

Il governo continua a fare fatica a prevedere novità sulle pensioni. Le ultime notizie a oggi lunedì 5 ottobre 2015 ricordano come il tempo a disposizione è sempre di meno.

Pensioni. Dalle parti di Palazzo Chigi si fa sempre un gran parlare di novità sulle pensioni, ma i fatti concreti sono ben pochi. Basti vedere le ultime notizie sul documento di preparazione alla manovra finanziaria e i suoi inesistenti riferimenti alla questione previdenziale per farsi un'idea. Molto genericamente si fa riferimento a un piano povertà e alla disponibilità di circa un miliardo di euro da investire nel comparto. Anche il dibattito di queste ultime ore è concentrato su altri aspetti, come il taglio dell'Ires dal prossimo anno l'abolizione di Imu e Tasi, il pagamento del canone Rai con la bolletta elettrica e la sua contestuale riduzione di 13 euro, ma nelle tante interveiste nessuno , o per lomano la persona più importante, ovvero Renzi, sembra parlarne.

Le ipotesi che sembravano prendere maggiormente piede tra i tecnici di Inps e dei Ministeri del Lavoro e dell'Economia erano quelle della proroga del contributivo donna e della concessione del ritiro ai lavoratori più anziani un po' prima rispetto ai requisiti ora in vigore, in cambio della riduzione dell'importo dell'assegno previdenziale di circa il 3-3,5% e la maturazione di 35 anni di contributi. Se l'esecutivo ha intenzione di introdurre questi cambiamenti già con la prossima manovra finanziaria, deve fare in fretta. Il documento va infatti presentato per legge entro il 15 ottobre.

Riforma giustizia. Il governo è delegato a emanare, entro un anno dall'approvazione del ddl di riforma della giustizia penale, norme sulle intercettazioni. I criteri della delega sono abbastanza generici e prevedono prescrizioni che incidano anche sulla modalità di utilizzazione cautelare dei risultati delle captazioni e che diano una precisa scansione procedimentale per la selezione del materiale intercettativo nel rispetto del contraddittorio tra le parti e fatte salve le esigenze di indagine. In 34 articoli il disegno di legge introduce numerose novità processuali, tra cui l'estinzione del reato per condotte riparatorie. Ampliati i diritti della parte offesa. Pene più severe per scippi, rapine e furti in casa.

Stipendi contratti dipendenti pubblici rinnovo. Sono iniziate le operazioni preliminari per il rinnovo del contratto degli statali in seguito alla sentenza dell'Alta Corte. Prima di sedersi attorno a un tavolo con i sindacati, il Ministero per la Semplificazione e la Funzione Pubblica intende ridurre i comparti e chiudere la partita degli esuberi nelle amministrazioni provinciali, oltre che aspettare il varo della manovra finanziaria, la cui presentazione è attesa per il 15 ottobre. A quel punto il quadro sarà più chiaro e si procedere allo sblocco degli stipendi degli statali, fermi dal 2011. Il governo interebbe investire circa un miliardo di euro per il 2016.

Riforma canone Rai TV. Il governo torna alla carica sul canone Rai. Il premier Matteo Renzi ha annunciato in TV di volerlo ridurremo dai circa 113 euro a 100 euro, ma con l'inserimento in una delle bollette, probabilmente quella della luce. In questo modo non sarà possibile l'evasione. Si tratterà quindi di una imposta che dovrà essere corrisposta da tutti gli intestatari di una fornitura. Verrà quindi a cadere il concetto di possesso di un televisore e non ci sarà alcun legame con smartphone, tablet e PC che possono accedere alla programmazione online della Rai. Già lo scorso anno l'esecutivo aveva provato a fare questo cambiamento ma senza risultati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il