BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma Pensioni novità in Legge Stabilità Renzi e novità tasse, Imu, Tasi ultimissime notizie cambiamenti e discussioni

Manca una settimana circa alla presentazione della nuova Legge di Stabilità e sembra confermato il fatto che non conterrà alcuna novità pensioni: le ultime notizie sul capitolo tasse




Manca una settimana circa alla presentazione della nuova Legge di Stabilità e sembra confermato il fatto che non conterrà alcuna novità pensioni. I piani di quota 100, contributivo, mini pensione, staffetta generazionale potrebbero infatti essere sostituite dall’istituzione di un fondo povertà che, secondo quanto trapelato, non porterebbe alcun beneficio strutturato come è stato fatto. Secondo le ultime notizie, infatti, il governo, per il 2016, starebbe valutando l’istituzione di un fondo povertà che prevederebbe un bonus da 80-120 euro per ogni membro delle famiglie indigenti.

Il bonus dovrebbe essere erogato ai beneficiari tramite una social card, privilegiando situazioni disagiate e madri che crescono da sole figli minorenni. E i beneficiari sarebbero i nuclei familiari con un Isee di 3mila euro annui. Si tratta, tuttavia, di una cifra irrisoria che certo non risolverebbe i problemi delle famiglie in difficoltà, al contrario del piano originale che era stato annunciato dal premier Renzi con il decreto previdenza, che avrebbe dovuto rivedere tutto il sistema previdenziale, dividendo spesa assistenziale da spesa prettamente previdenziale e attuando interventi anche negativi, come tagli su baby pensioni, pensioni di reversibilità, invalidità, guerra, utili per un’equa redistribuzione delle risorse.

Inoltre, intervenire sulle pensioni con piano flessibile avrebbe garantito anche una nuova spinta al mercato dell’occupazione giovanile, portando, di conseguenza, ad un rilancio della produttività e ad un aumento dei consumi interni, sia per i giovani che finalmente assunti avrebbero soldi a disposizione, sia per i lavoratori più anziani che finalmente in pensione potrebbero usare i soldi in maggiori consumi, rilanciando, dunque, l’economia.

Le ipotesi al vaglio oggi prevedono, però, cambiamenti diversi sulle pensioni e in tempi e differenti: si pensa, infatti, ad un decreto legge Renzi in cui il premier affronterebbe la questione a 360 gradi tra previdenza e assistenza e interventi negativi, ma potrebbe profilarsi anche l’ipotesi di una legge parlamentare che, però, richiederebbe tempi lunghissimi, tra passaggi tra Camera e Senato, o di una legge delega, per cui il governo lavorerebbe esattamente come già fatto con riforma della P.A. e del Lavoro, formulando piani di lavoro condivisi e in tempi relativamente brevi.

Nulla, dunque, di quanto ci si aspettava per le pensioni arriverebbe però con la Legge di Stabilità. Punto cruciale della nuova Manovra sembra diventato il capitolo tasse: confermato l’annuncio del premier Renzi di abolizione di Imu agricola e dell'Imu sui macchinari industriali imbullonati al suolo e Tasi sulla prima casa a partire dal 2016, così come anche dell’abbattimento Ires per tutte le imprese, e non soltanto quello del Sud, anticipato all’anno prossimo e non più previsto per il 2017. Confermata anche l’intenzione di ridurre il pagamento del Canone Rai, portandolo da 113 a 100 euro e da inserire nella bolletta elettrica, in modo da evitare che questa tassa continui ad essere evasa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il