BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Expo 2015: come evitare, non fare code. I padiglioni più belli, padiglioni da vedere e visitare. Cosa fare, dove andare week-end

Tra padiglioni imperdibili e ristoranti per tutti i palati, c'è ancora tempo per visitare l'Expo 2015. Sconti sul biglietto di ingresso.




Quanto costa visitare Expo 2015 Milano? E quali sono gli orari di ingresso? Fino al 31 ottobre l'accesso è garantito dalle 10 del mattino alle 23; nel fine settimane fino a mezzanotte. Alle 19 chiudono i padiglioni espositivi ma restano attive le aree ristoro. Il costo di ingresso è di 39 euro per i tagliandi open e 34 euro a data fissa. L'accesso serale costa 5 euro. Prevista un'ampia scontistica; per gli studenti (14-25 anni), 29 euro per data aperta, 23 euro per data fissa; per gli over 65, 25 euro data aperta, 20 euro data fissa, per i disabili, 16 euro data aperta, 13 euro data fissa. E ancora, bimbi (4-13 anni): 16 euro. Pack famiglia da 34,50 a 82 euro a seconda di numeri e date. Pack di 2 giorni consecutivi e abbonamenti per due o tre giorni.

Tra i padiglioni migliori, consigliamo di visitare quello della Cina. Ruota attorno allo slogan "Terra di speranza, cibo per la vita" e si autocelebra con una struttura in legno, riso e bambù che copre un'area di oltre 4.500 metri quadrati. Quello francese, tutto in legno riciclabile, si presenta come un simbolo di sostenibilità tecnologica e architettura ecoresponsabile

Se il cibo è al centro dell'esposizione universale, è inevitabile al presenza di un'ampia scelta di possibilità gastronomiche. Il padiglione della Slovenia offre un foof corner interno e un chiosco esterno: in entrambi fanno bella mostra piatti tipici come sandwich alle potato dumpling o i fuzi. Come nella migliore tradizione inglese, anche nel padiglione del Regno Unito si beve il tè alle 17. E sulla terrazza, naturalmente, si gusta un indimenticabile fish&chips. Fari puntati anche sulla Spagna: dalla carne alle tapas, dal ristorante in terrazza al bar con musica tutto il giorno. Al self service del Nepal si assaggia la cucina tipica e i beve il Lassì, la bevanda tradizionale. Si assaggiano i momo, i bara o i samosa. Il curry è l'indiscusso protagonista insieme al maiale, il pollo e il riso basmati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il