BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Stabilità: novità taglio tasse, pensioni, Canone Rai, Tasi, Imu, casa detrazioni 65%. Misure e novità Governo Renzi

Nessuna novità pensioni e misure che dovrebbero rientrare nella nuova Legge di Stabilità: cosa prevedono, per chi valgono e come funzionerebbero




Non ci sarà alcuna novità pensioni nella nuova Legge di Stabilità che si prepara ad essere presentata giovedì prossimo 15 ottobre. La conferma arriva anche dal via libera del Parlamento all’aggiornamento del Def che ha nuovamente impegnato il governo a prevedere, però, soluzioni per garantire cambiamenti all’attuale legge pensioni. La sorpresa che lascia incredibili è che la risoluzione del Parlamento nei confronti del governo è la stessa riportata già nel Def 2014. Confrontando, infatti, i testi del Def del 2014 e di quello nuovo del 2015, si capisce chiaramente come nulla sia cambiato da un anno all’altro. Nel Def 2014 si legge che il Parlamento ‘impegna il governo a provvedere, per quanto riguarda la riforma del sistema previdenziale, alla soluzione del problema dei cosiddetti esodati e, per il settore della scuola, dei lavoratori cosiddetti quota 96 e in prospettiva a valutare la reintroduzione di meccanismi di flessibilità di uscita rispetto ai nuovi limiti anagrafici, attraverso un sistema di incentivi e disincentivi’.

Nel nuovo Def del 2015, il Parlamento ‘impegna il governo a prevedere un intervento di salvaguardia dei lavoratori esodati, utilizzando le risorse già stanziate e non utilizzate, nonché il riconoscimento dell'opzione per il sistema contributivo a tutte le lavoratrici che maturino i requisiti anagrafici e contributivi previsti entro il 31 dicembre 2015, e a promuovere interventi in materia previdenziale volti a introdurre elementi di flessibilità per quanto attiene all'età di accesso al pensionamento, anche attraverso l'introduzione di meccanismi di incentivazione e disincentivazione, che assicurino il riconoscimento di trattamenti pensionistici adeguati e non eccessivamente penalizzanti, in particolare nei casi di disoccupazione involontaria’.

Il motivo di questo ulteriore rinvio sulle novità pensioni dipende dal fatto che non ci sono soldi per cambiamenti e lo stesso presidente dell’Inps Boeri ha affermato che è meglio attendere per cambiamenti importanti ed universali validi per tutti. Nella nuova Legge di Stabilità ci sarà per certo invece un ampio capitolo dedicato alla revisione delle tasse, dall’abolizione di Imu agricola e sui macchinari industriali imbullonati al suolo e della Tasi sulla prima casa a partire dal 2016, all’abbattimento Ires per tutte le imprese, e non soltanto quello del Sud, anticipato all’anno prossimo e non più previsto per il 2017.

Dovrebbe essere confermata anche l’intenzione di ridurre il pagamento del Canone Rai, portandolo da 113 a 100 euro e da inserire nella bolletta elettrica, cosicchè tutti gli italiani saranno obbligati a pagarlo, visto che si tratta di una delle tasse più evase in Italia. Confermata anche la proroga per il 2016 dei bonus al 65 e al 50% per i lavori di ristrutturazione edilizia per l’efficienza energetica e del bonus mobili. Con la proroga al 2016, il bonus edilizia dovrebbe essere esteso anche al settore pubblico e agli alloggi popolari e il bonus per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici anche alle giovani coppie in affitto.

Nella nuova Legge di Stabilità, come annunciato dal sottosegretario Zanetti, dovrebbero inoltre rientrare nuovi piani di ammortamento per le aziende che investono subito nel rinnovo dei macchinari. L'intenzione sarebbe quella di istituire un bonus da erogare alle aziende che investono in macchinari. Zanetti ha infatti spiegato che per esempio “se un macchinario costa 100, noi gli diamo un bonus di 40 e l’azienda potrà ammortare 140 lungo l’arco normale di tempo previsto dagli ammortamenti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il