BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Assicurazioni auto: tariffe più basse e sconti obbligatori con nuove regole e leggi 2015-2016 Governo Renzi. Come funziona

Le novità del governo Renzi in tema di assicurazioni e nuovi sconti previsti: le nuove misure previste, come ottenere vantaggi e cosa garantiscono




Installazione della scatola nera e comportomenti visrtuosi alla guida per pagare meno l'rc auto: con il Ddl concorrenza, che si avvia ad essere votato in Senato, cambiano le norme sulle assicurazioni auto che prevederanno nuovi sconti per le rc auto. Le novità prevedono, innanzitutto, la possibilità per l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni (Ivass) di determinare l’ammontare degli sconti nei confronti degli automobilisti virtuosi.

I tagli sul premio assicurativi varranno per quegli automobilisti che non hanno denunciato sinistri negli ultimi 5 anni e che hanno deciso di installare sulla propria vettura una scatola nera, per monitorare lo stile di guida e registrare eventuali dinamiche di incidenti. Sconti sulla propria sulla rc auto si potranno sempre ottenere sconti decidendo di installare la scatola nera sulla propria auto che, insieme al comportamento virtuoso dell’automobilista, potrà contribuire a ridurre notevolmente il prezzo da pagare di assicurazione.

Le novità prevedono anche la cancellazione dell'obbligo di reperire i testimoni sul luogo del sinistro in caso di incidente, pena la non presentabilità della lista in momenti successivi, gli incentivi per il ricorso a carrozzerie convenzionate con la compagnia, e il divieto di cessione del credito. La lista testimoni relativi ad un incidente stradale potrà essere stilata anche in seguito alla denuncia di sinistro e gli automobilisti potranno continuare a rivolgersi alla propria carrozzeria di fiducia per avere un credito.

Contraria alle novità per le rc auto l’Ania che non è favorevole ai tagli previsti per l’installazione di una scatola nera, che ha spiegato come per pagare meno l’Rc auto e l’Rc moto, l’installazione della scatola nera non considera condizioni di rischio oggettive, come la qualità del traffico, le condizioni di manutenzione delle strade e la frequenza dei sinistri. Secondo l’Ania, si tratta di norme che, se da una parte abbassano i costi delle assicurazioni per gli automobilisti delle aree particolarmente a rischio, dall’altra, potrebbero comportare un aumento dei premi a carico degli assicurati di zone d’Italia in cui è difficile causare un incidente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il