BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità in momenti diversi da Magistratura, Renzi, Parlamento, riforma Equitalia, Imu e Tasi: ultime oggi mercoledì

Il cammino dei cambiamenti e novità relativi alle pensioni sarà articolato in diverse fasi e con differenti provvedimenti. Intanto, importanti indicazioni su buoni pasto elettronici e cartacei




AGGIORNAMENTO: L'iter delle novità sulle pensioni se c'è una certezza è che sarà lungo, è l'unica dato sicuro ad oggi merocledì 14 Ottobre dopo le tante conferme e smentite anche delle ultimissime notizie di ieri e l'altro ieri. Da una parte vi è l'impegno di Renzi, ribadito ancora, di cambiare in modo ragionato e sistematico insieme a Boeri, Padoan e Poletti e risolvere i vari problemi attuali attraverso, probabilmente, un disegno di legge in collaborazione con il Parlamento. Parlamento che avrà già la possibilità di inserire alcuni emendamenti nella manovra finanziaria, anche se probabilmente, viste le ultime indicazioni e affermazioni, non così importanti, visto che tutti appaiono d'accordo in un provvedimento ad hoc, nonostante le smentite di rito. potrebbero essere una facilità e gratuita delle ricongiunzioni e dei cumuli e un impegno formale e obbligatorio, appunto, con un dll per ulteriori cambiamenti da fare in seguito, ma collegati alla manovra.
E poi, non è da sottovalutare, il ruolo dei tribunali con una sentenza in arrivo per la class action del contributivo donna ed altre che potrebbero arrivare e che costringerebbero la politica a rimettere mano alla questione previdenziale come già fatto in precedenza negli scorsi mesi.

Novità sulle pensioni potrebbero arrivare con il passaggio in parlamento della manovra finanziaria. Le ultime notizie a oggi lunedì 12 ottobre 2015 riferiscono di un rallentamento nel dibattito.

Imu, Tasi seconda rata. Entro il 16 dicembre 2015 occorre pagare la seconda rata di Tasi e Imu. La scadenza è unica per tutti le città, piccole e grandi, comprese Roma, Milano, Genova, Torino, Firenze, Palermo, Bologna, Bari, Napoli. Il pagamento può essere effettuato utilizzando il modello F24 da presentare a uno sportello bancario o postale. C'è però l'obbligo di procedere per via telematica nel caso di importi superiore a 1.000 euro. La somma delle due aliquote non può essere maggiore dell'aliquota massima consentita dalla legge statale, aumentata dello 0,8 per mille ovvero 3,3 per mille per l'abitazione principale e 11,4 per mille per le seconde case.

Pensioni. Non c'è spazio per le pensioni nella prossima manovra finanziaria che sarà presentata giovedì 15 ottobre 2015 in parlamento. Più precisamente non saranno introdotte misure per favorire la flessibilità in uscita. L'appuntamento, ha spiegato pubblicamente Matteo Renzi ospite di Che tempo che fa, è rimanto al 2016. Alla base di questo cambio di rotta, ha argomentato c'è la mancanza di cifre chiare sul comparto previdenziale. Tuttavia sono all'ordine del giorno alcune misure per risolvere le questioni più urgenti. In particolare potrebbero ottenere il disco verde l'estensione del contributivo donna, provvedimenti di contrasto alla povertà e una prima forma di staffetta generazionale poco dispendiosa per lo Stato.

Solo alla fine dell'anno la manovra finanziaria assumerà la sua forma definitiva, frutto anche delle proposte e degli emendamenti che saranno presentati sia dai partiti che sostengono il governo e sia dalle forze dell'opposizione. Resta da scoprire quale spazio reale concederà il decisionista Renzi. Per ora rimarranno fermi in un cassetto le soluzioni di ricalcolo degli assegni per tutti con il metodo contributivo, il part time per dare il via al turn over generazionale, quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione da raggiungere per poter accedere al trattamento previdenziale, mini pensioni per gli over 55 senza lavoro, legge ibrida Renzi-Boeri.

Riforma buoni pasto. C'è ancora incertezza dopo l'entrata in vigore delle nuove norme su buoni pasto e ticket ristoranti. Il valore di quelli elettronici è aumentato da 5,29 a 7 euro. Continuano a essere non cedibili, commercializzabili, cumulabili o convertibili in denaro e non possono essere adoperati al di fuori dell'orario di lavoro ovvero per fare la spesa al supermercato o pagare il pranzo al ristorante nei fine settimana. I buoni elettronici sono tracciabili per cui eventuali usi impropri verrebbero rilevati e sanzionati. I ticket sono destinati dall'azienda ai lavoratori subordinati, a tempo pieno o parziale, anche se l'orario di lavoro non prevede una pausa pranzo.

Riforma multe cartelle Equitalia. La rimodulazione del piano di rate per chi negli ultimi due anni ha avuto difficoltà nel pagare i suoi debiti con il fisco. In pratica - si legge nero su bianco - le somme non ancora versate, oggetto di piani di rateazione da cui i contribuenti siano decaduti nei 24 mesi antecedenti l'entrata in vigore del decreto, possono su richiesta degli stessi contribuenti, da presentare entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, essere oggetto di un nuovo piano di rateazione, ripartito fino a un massimo di 72 rate mensili. Dal piano di rateazione si decade per il mancato pagamento di sole due rate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il