BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge Stabilità novità ufficiali Tasi, Imu, riforma pensioni, premi stipendi, tasse approvate oggi. Novità e misure Governo Renzi

Non è prevista alcuna novità pensioni nella nuova Legge di Stabilità che sarà presentata oggi giovedì 15 ottobre: le altre misure al momento previste




Non è prevista alcuna novità pensioni nella nuova Legge di Stabilità che sarà presentata oggi giovedì 15 ottobre ma le speranze è che vi rientri qualche minimo cambiamento, che potrebbe ancora essere la proroga del contributivo donna o anche la staffetta generazionale rivista negli ultimi giorni. Nelle ultime settimane, però, si è parlato della possibilità di sostituire piani di modifica delle pensioni, come quota 100, mini pensione, contributivo ma anche assegno universale con un nuovo fondo di solidarietà per le famiglie decisamente più in difficoltà, misura che tuttavia non trova tutti d’accordo. Se il capitolo sulle pensioni resta ancora piuttosto controverso, più definite sono le altre misure che dovrebbero essere ufficialmente presente giovedì.

Innanzitutto, dovrebbe salire a 3mila euro il limite della spesa in modo da portare, come ha dichiarato il premier Renzi “i livelli del contante alla media europea: oggi non si può spendere più di 999 euro in contante, riportare il limite a 3mila euro vuole incoraggiare di nuovo i consumi. Facciamo la lotta all'evasione, ma non andiamo al terrore. Se uno ha la possibilità di spendere soldi, fino a 3mila euro, lo faccia”. E’ poi prevista una riduzione del carico fiscale e per ridare ossigeno alle famiglie e alle imprese, è confermata la riduzione della tassazione sulla casa, con la cancellazione dell’Imu su terreni agricoli e imbullonati (ossia i macchinari industriali pesanti ancorati al terreno) e della Tasi sulla prima casa.

Per sostenere le imprese, si inizerà a ridurre l’Ires (l’imposta sul reddito delle società che oggi è al 27,5%), già dal prossimo 2016 senza aspettare il 2017 come inizialmente previsto e per dare nuovo slancio alle assunzioni stabili e continuare a sostenere la crescita dell’occupazione a tempo indeterminato, si pensa a mantenere la decontribuzione sul lavoro anche nel 2016 per tutti i nuovi assunti ma con il dimezzamento della soglia annua massima, da 8.060 a circa 4mila euro.

Previsti anche nuovi piani di ammortamento per le aziende che investono subito nel rinnovo dei macchinari, con l’istituzione di un bonus da erogare alle aziende che investono in macchinari. Anche i liberi professionisti sarebbero inclusi nell'incentivo dei superammortamenti sui nuovi investimenti in impianti, macchinari e attrezzature. La nuova Legge di Stabilità prevede anche misure per incentivare gli investimenti e “rivitalizzare l’economia meridionale”, dalla banda larga agli interventi per la messa in sicurezza del territorio.

Previste novità anche per quanto riguarda il regime dei minimi per i titolari di Partite Iva: l’intenzione del governo è quella di tornare al vecchio regime, tornando all’aliquota del 5% da quella attuale del 15% per limiti di guadagni fino a 30mila euro e, probabilmente, senza limiti di età anagrafica,m ma resta ancora da capire se il tempo in cui si potrà usufruire di questo regime dei minimi sarà sempre di 5 anni o scenderà a 3.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il