BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità e ultime notizie metodi sperimentali come funzionano, quando e come età, contributi, requisiti e calcolo

Sono in ballo diverse novità da introdurre nella manovra finanziaria per cambiare le pensioni, a iniziare dal contributivo donna.




La partita delle pensioni continua a essere aperta. Nonostante la smentita del premier Matteo Renzi sull'introduzione di novità nella manovra finanziaria, qualche ritocco potrà esserci. D'altronde il percorso per l'approvazione della legge è ancora lungo solo a fine anno sarà pronta la versione definitiva. I tecnici di Inps e dei Ministeri di Economia e Lavoro devono coinciliare sia le esigenze dei lavoratori di uscire con qualche anno di anticipo anche per via del progressivo spostamento in avanti del traguardo del ritiro e sia quelle dei giovani desiderosi a entrare nel mondo dell'occupazione. La soluzione potrebbe essere rappresentata da una forma ibrida di staffetta generazionale.

In buona sostanza verrebbe data ai lavoratori l'occasione di congedarsi fino a due anni prima senza imporre alle imprese di assumerne un più giovane per la sua sostituzione. Le stesse aziende, poi, non verrebbero coinvolto nel facilitare lo scivolo verso la pensione e l'intera operazione sarebbe a carico dello Stato. Siamo ancora alle battute iniziale del confronto che coinvolge anche la commissione Lavoro alla Camera dei deputati e da qui alla definizione della proposta conclusiva possono naturalmente essere previsti numerosi aggiustamenti. Stando alle ultime notizie, il provvedimento che più di altri potrebbe trovare spazio è la proroga del cosiddetto contributivo donna.

Si tratta della concessione della possibilità di congedarsi con 35 anni di contributi versati e 57 anni e tre mesi di età, accettando il ricalcolo dell'assegno con il meno vantaggioso sistema contributivo. Più defilata è la legge ibrida Renzi-Boeri che prevede penalizzazioni per chi si ritira in anticipo, ma compensabili con un prestito da restituire integralmente e a piccole rate una volta maturati i requisiti attualmente richiesti per andare in pensione. Nulla da fare, al contrario, per le varie ipotesi di quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione da raggiungere per ritirarsi dal lavoro, mini pensioni per gli over 55 senza occupazione e ricalcolo degli assegni con il contributivo.

Sullo sfondo ci sono poi quelle misure di contrasto alla povertà che dovrebbero andare in due direzione differenti. Da una parte ci sono gli strumenti di sostegno al reddito per i più indigenti, dall'altra i provvedimenti che, stando a quanto spiegato dallo stesso presidente del Consiglio, saranno mirate per i più piccoli. Il punto è l'eseguità delle risorse che il governo è pronto a investire. Sul piatto della bilancia della manovra finanziaria metterebbe circa un miliardo di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il