Mutui tassi variabili migliori Novembre 2015: offerte con tassi di interesse più bassi, condizioni e spese minori

Quali sono le condizioni economiche per acquistare casa con un mutuo a tasso variabile? Quali le proposte delle banche a Novembre 2015.

Mutui tassi variabili migliori Novembre


Proviamo a vedere nel dettaglio alcune delle più interessanti condizioni per accendere un mutuo a tasso variabile per l'acquisto di una casa in questo mese di Novembre 2015. Il mutuo variabile di Webank è rivolto a persone fisiche residenti in Italia da almeno 3 anni. Ci sono due condizioni da rispettare: l'età massima dei richiedenti non deve essere maggiore di 60 anni e il mutuo deve comunque concludersi entro il 75esimo anno di età. L'importo minimo finanziabile è di 50.000 euro, quello massimo di un milione di euro. La durata è tra 10 e 30 anni. Per quanto riguarda le modalità di calcolo, si tiene conto della somma di Euribor e spread.

Per LTV (Loan To Value, il rapporto tra la somma richiesta dalla banca e il valore dell'immobile) fino al 60%, 1,60% per importo mutuo inferiore a 100.000 euro, 1,50% per importo mutuo pari o superiore a 100.000 euro. Per LTV oltre il 60%, 1,80% per importo mutuo inferiore a 100.000 euro, 1,70% per importo mutuo pari o superiore a 100.000 euro. L'imposta sostitutiva è pari allo 0,25% dell'importo del mutuo erogato in caso di operazione riguardante la prima casa, 2,00% sulla seconda casa.

Il Mutuo Domus Variabile di Intesa Sanpaolo è pensato per l'acquisto di una seconda casa da parte di persone fisiche che agiscono per scopi estranei all'attività professionale imprenditoriale eventualmente svolta. L'importo finanziabile è fino all'80% del minore tra il prezzo di acquisto e il valore di perizia dell'immobile cauzionale. Se la somma minima è di 30.000 euro, non ci sono tetti per quello massimo. Per le domande di mutuo sottoscritte nel mese di ottobre 2015, viene proposto uno sconto di tasso pari allo 0,75% rispetto alle condizioni economiche riportate nei fogli informativi in vigore al momento della stipula del mutuo.

In ogni caso, è prevista l'applicazione di un tasso variabile determinato mensilmente sommando al parametro Euribor 1 mese uno spread diversificato in relazione al rapporto tra l'importo del mutuo e il minore fra il prezzo di acquisto e il valore di perizia dell'immobile cauzionale. La durata può essere di 6, 10, 15, 20, 25 o 30 anni.

Segnaliamo anche il Mutuo a Tasso Variabile SempreLight di IW Bank Private Investments per persone fisiche maggiorenni che alla scadenza del contratto non superano gli 80 anni di età. L'importo finanziabile, con rate da 5 a 30 anni, è massimo l'80% del valore di perizia dell'immobile, fino a una soglia di 500.000 euro e comunque non oltre l'importo della compravendita contenuto nel rogito notarile. Il tasso variabile è indicizzato all'Euribor 360 a 1 mese media mensile più spread.

Per mutui con importo finanziato fino al 50% lo spread previsto è dell'1,40%. Per mutui con importo finanziato dal 50,01% al 60% lo spread previsto è dell'1,40% in caso di durata fino a 20 anni, dell'1,60% oltre questo tetto. Per mutui con importo finanziato oltre il 60% lo spread previsto è dell'1,75% fino a 20 anni, dell'1,80% oltre i 20 anni. L'imposta sostitutiva è pari allo 0,25% dell'importo del mutuo erogato in caso di operazione riguardante la prima casa, 2,00% in caso di operazione riguardante la seconda casa.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il