BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Poste Italiane e Ferrari azioni in Borsa: comprare si può ancora seppur esaurite o in Usa. Consigli, analisi se conviene o meno

Riflettori puntati su Poste Italiane e Ferrari, protagoniste nello sbarco delle Borse di Milano e Wall Street. Opportunità anche per piccoli investitori.




Le quotazioni nella Borsa di Milano di Poste Italiane e di Ferrari in quella di Wall Street rappresentano due delle operazioni più interessanti in questo periodo. Nel primo caso l'offerta per la quotazione nell'ambito del collocamento istituzionale risulta già coperta a un prezzo superiore al minimo. Stando alle previsioni di esperti e analisti, un medesimo successo è da mettere in conto anche nel caso dei risparmiatori pubblici, a cui sono destinate 135,9 milioni di azioni. C'è la possibilità che il collocamento chiuda prima del previsto, ma così come è accaduto in passato, se la domanda di azioni dovesse essere superiore all'offerta si procederà con il sorteggio.

Ci sono poi incentivi alla sottoscrizione per il pubblico indistinto. Agli assegnatari delle azioni che manterranno senza soluzione di continuità la piena proprietà un anno dalla data di pagamento ovvero dal 27 ottobre 2015, e sempre che siano depositate presso un collocatore ovvero presso altre istituzioni aderenti alla Monte Titoli, sarà assegnata un'azione ordinaria ogni 20. Il calcolo sarà effettuato mediante arrotondamento per difetto all'unità intera. L'attribuzione delle azioni gratuite dovrà essere richiesta entro il 30 novembre 2016 e avrà luogo entro 30 giorni di calendario dalla data di scadenza del termine di decadenza.

Per quanto riguarda Ferrari, bisogna considerare che non sarà possibile acquistare azioni dall'Italia. Bisogna passare dagli istituti bancari statunitensi che possono poi darle ai clienti intestatari di un conto. UBS Investment Bank agisce in qualità di Global Coordinator dell’offerta. UBS Investment Bank e BofA Merrill Lynch in qualità di bookrunners e rappresentanti delle banche collocatrici per l’offerta. Allen & Company LLC, Banco Santander, BNP Paribas, J.P. Morgan and Mediobanca agiscono anch'esse in qualità di bookrunners per l’offerta. Il prezzo dell'offerta pubblica iniziale è attualmente previsto tra 48 e 52 dollari per azione, che saranno negoziate sotto il simbolo Race. Ferrari ha fatto richiesta di quotazione delle proprie azioni ordinarie presso il New York Stock Exchange.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il