BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità norme ufficiali sono annullabili tutte,riforma sblocco statali,contratti Pa,riforma Canone Rai: novità oggi sabato

I provvedimenti che riguardano le novità sulle pensioni sono realmente a rischio di cancellazione privi al momento di fondi pur essendo già poca cosa.




AGGIORNAMENTO: I provvedimenti da quasi tutti sono ritenuti davvero poca cosa per quantoi riguarda la novità sulle pensioni, ma oggi sabato 17 Ottobre si discute ancora sulle ultimissime notizie di ieri dove sono emerse unas erie di spiegazioni che fan ben comprendere come tutte le novità prese siano già a rischio cancellazione in quanto praticamente tutto basate sul consenso dell'ue di aumentare il deficit che l'Italia può fare in base anche e soprattutto alle spese dovute sostenere per l'immigrazione. E sempre ieri il Mef ha esposto all'ue i numeri che dorvebbe garantire questa maggiore disponibilità. Ma la battaglia è solo davvero all'inizio, anche perchè gli stessi fondi dovrebbero servire per anticipare il taglio dell'Ires, almeno di una parte, già quest'anno. E se si decidesse di aumentare il taglio dell'Ires, considerato prioritario, i discorsi sulle pensioni potrebbe saltare del tutto. Sotto abbiamo visto in modo analitico tutti i singoli problemi delle dievrse norme annunciate

AGGIORNAMENTO: E se le novità sulle pensioni vengono e venivano già considerate insufficienti rispetto alle tante promesse, un'altra doccia fredda ariva oggi venerdì 16 Ottobre, con le ultimissime notizie che spiegano in concreto come verranno applicati i provvedimenti di ieri. Per quanto riguarda la staffetta ibrida, ci saranno solo 100 milioni di euro, un dato che oggi è diventato finalmente ufficiale. Una inezia, vera e propria. E poi per renderla attiva ci dovrà essere una legge appositamente approvata. Ins econdo luogo il contributivo donna esteso e prorogato lo sarà solo se l'Ue permeterà all'Italia maggiore deficit. Il costo è tra i 2-4 miliardi risorse che al momento non sono disponibili. Stesso discorso per la tassazione cancellata fino ad 8mila euro. Se non venisse dato il benestare dell'Ue, la soluzione alternativa sarebbe il blocco dell'indicizzazione delle pensioni attuali che sarebbe portato al 2018. Tutte novità confermate e spiegate dal Ministro del Lavoro oggi.

AGGIORNAMENTO: Si è concluso il Consiglio dei Ministri e le novità ufficiali per le pensioni sono quelle attese che avevamo annunciato già oggi giovedì 15 ottobre in mattinata. Vi è il contributivo donna, ma solo, è ufficiale entro quest'anno, per chi matura i diritti quest'anno. Vi è la staffetta ibrida come abbiamo spiegato sotto, ma è confermato che ci deve essere accordo con datore di lavoro e rimane il problema dei fondi. Renzi ha dichiarato che vi sono e sono già stati previsti, ma non si capisce quanti al momento. Eliminazione delle tasse fino ad 8000 euro e fondo solidarietà per famiglie più povere e con minori di 600 milioni di euro.

AGGIORNAMENTO: E' iniziato l'atteso Consiglio dei Ministri che porterà alle presentazione del testo ufficiale oggi giovedì 15 ottobre sulla Legge di Stabilità con una serie di novità sulle pensioni ma anche di riforme a 360 su casa, tasse, Canone Rai, investimenti, contratti e produttività. Secondo le ultimissime notizie per le pensioni dovrebbe esserci i due provvedimenti sperimentali detti sotto, ma con il contributivo donna che potrebbe essere limitato solo alle donne richiedenti con i requisiti validi entro fine di quest'anno.
Sembra confermata anche una estensione della cancellazione dell'imposizione fiscale fino a 8mila euro. Per la staffetta ibrida, il vero problema sono i soli 100 milioni di fondi che dovrebbero essere disponibile. Troppo pochi.

Sono stati giorni ricchi di eventi e appuntamenti che hanno e potrebbero cambiare il volto di alcuni settori dell’Italia. E la presentazione della nuova Legge di Stabilità di oggi, giovedì 15 ottobre, potrebbe segnare un nuovo passo verso la ricrescita del nostro Paese. Cresce, intanto, la curiosità per capire quali saranno le misure ufficiali e cosa eventualmente ancora aspettarsi sulle pensioni.

Pensioni: Tramontate le speranze di vedere realizzati nella Legge di Stabilità che sarà presentata oggi 15 ottobre piani di uscita flessibile per le pensioni come quota 100, mini pensione, contributivo, ma anche assegno universale, sembrano profilarsi lievi possibilità di modifiche. Si tratta di misure che certo non risponderebbero alle richieste arrivate da forze politiche e sociali nel corso di questi mesi ma considerando il lungo iter della Manovra, che dopo la presentazione di oggi dovrà passare tra Camera e Senato fino all’approvazione ufficiale entro il 31 dicembre, e la certa presentazione di diversi emendamenti di modifica, l’auspicio è quello che si torni a parlare di possibili novità pensioni in extremis fino alla fine dell’anno. E sarebbe importante capire oggi anche se il governo riporterà effettivamente il suo impegno scritto a risolvere la questione previdenziale finalmente una volta per tutte e l’intenzione dell’inserimento di una legge delega per le pensioni con il compito di proporre una soluzione condivisa da tutti e per tutti in tempi certi e non troppo lunghi. Tra le novità trapelate in queste ore e che potrebbero rientrare nella Legge di Stabilità per le pensioni, la cosiddetta staffetta ibrida. In molti si chiedono come funziona questo meccanismo: si tratta di un sistema che consentirebbe al lavoratore over 63 cui mancano te anni al raggiungimento della pensione finale di ridurre, in maniera volontaria, il suo orario di lavoro, con una conseguente riduzione dello stipendio, ma con i contributivi che continuerebbero ad essergli versati dal datore di lavoro. Con la riduzione dell’orario di lavoro del 50%, il lavoratore andrebbe incontro ad una riduzione della retribuzione del 65%. Questo meccanismo, valido solo per il settore privato, non obbligherebbe le imprese ad assumere nuovi giovani in caso di staffetta dei lavoratori più anziani. Altra misura che a sorpresa potrebbe rientrare nella nuova Manovra è la proroga del contributivo donna di cui tanto si parla da mesi ma limitata solo alle richieste presentate quest’anno.

Riforma Legge di Stabilità: Grande attesa per la presentazione ufficiale della Legge di Stabilità 2015-2016 che oggi, giovedì 15 ottobre, approda in CdM. Diverse le misure previste e diverse le conferme attese. Incerto ancora il capitolo pensioni, di certo si sa che sarà confermata la proroga del bonus edilizia e mobili al 50 e 65% anche per il 2016, con il bonus edilizia che dovrebbe essere esteso anche al settore pubblico e agli alloggi popolari, e il bonus mobili per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici anche alle giovani coppie in affitto. Confermata anche l’abolizione della dell’Imu su terreni agricoli e imbullonati, cioè i macchinari industriali pesanti ancorati al terreno, e della Tasi sulla prima casa; la riduzione dell’Ires (l’imposta sul reddito delle società che oggi è al 27,5%) già dal prossimo 2016 senza aspettare il 2017 come inizialmente previsto; nuovi piani di ammortamento per le aziende che investono subito nel rinnovo dei macchinari, con l’istituzione di un bonus da erogare alle aziende che investono in macchinari; e un piano di rilancio del Mezzogiorno. Si attendono, invece, novità specifiche per un’ulteriore revisione del regime dei minimi per i titolari di Partita Iva: il governo pensa, infatti, di riportare al 5% l’aliquota di pagamento per coloro che guadagnano fino a 30mila euro ma questa volta probabilmente senza limiti anagrafici. Previsto poi un nuovo innalzamento del tetto dell’uso di contante da mille a 3mila euro; la proroga parziale della decontribuzione sui nuovi assunti a tempo indeterminato, che però si riduce del 50% passando da 8.060 a 4.000 euro e da tre a due anni; e un bonus fiscale sugli straordinari in busta paga strettamente legati ai risultati della produttività.

Azioni Poste e Ferrari: Poste Italiane e Ferrari debuttano in Borsa: per il titolo di Poste, lo sbarco ufficiale a Piazza Affari è previsto per il prossimo 27 ottobre mentre l'offerta pubblica, già avviata, terminerà il 22.Per l'approdo di Poste in Borsa, il Tesoro venderà fino al 38,2% del capitale, per un massimo di 9,7 miliardi di euro; ogni azione sarà offerta a un prezzo compreso tra 6 e 7,5 euro. Il 30% dei 453 milioni di titoli è destinato al pubblico, mentre il restante 70% andrà a investitori istituzionali. Circa 14,9 milioni di azioni saranno riservate ai 143 mila dipendenti. Al Tesoro andranno 3,7 miliardi. Secondo il financial Times si tratta della “più grande privatizzazione da oltre 10 anni”. E mentre Poste Italiane sbarca a Piazza Affari, Ferrari si prepara al debutto a Wall Street: Fca che detiene il 90% di Ferrari collocherà sul mercato una quota pari al 9% con un prezzo compreso tra i 48 e i 52 dollari ad azione. La valutazione di Ferrari parte da poco più di 9 miliardi di dollari e arriva a fermarsi sotto la soglia di 10 miliardi. Attesa la comunicazione dell’Ipo il 21 ottobre.

Riforma rinnovo contratti P.A.: Non dovrebbe esserci alcuna novità sul rinnovo dei contratti del pubblico impiego nella Legge di Stabilità di oggi 15 ottobre, visto che le trattative sembrano andare decisamente per le lunghe. Il nodo principale da sciogliere resta quello delle risorse economiche necessarie per lo sblocco dei contratti. E il rinnovo della contrattazione potrebbe anche slittare al nuovo 2016. Ma la questione può essere rimandata di poco, considerando che è stata una sentenza della Corte Costituzionale ad obbligare il governo a risolvere questa questione che deve essere necessariamente definita. Il paradosso, ennesimo, è che i dipendenti pubblici che tanto attendono lo sblocco della contrattazione rischiano di essere beffati, perché, come riportato da alcune indiscrezioni, i soldi stanziati dal governo per il rinnovo dovrebbero oscillare tra i  300 e i 400 milioni di euro, che porterebbero nelle buste paga solo circa 10 euro lordi in più al mese, a fronte di una perdita reale stimata per anni intorno ai 250 euro al mese. Altro rischio, che si fa sempre più concreto, è quello che possa essere cancellato anche il bonus degli 80 euro in busta paga.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il