BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità scarse tutte cancellabili senza Ue,riforma ristrutturazione casa detrazione,riforma Canone Rai: novità sabato oggi

La certezza è il Canone Rai, mentre tutto il resto comprese le novità sulle pensioni rischiano di saltare perchè non hanno le adeguate coperture senza l'extra deficit dell'Ue




AGGIORNAMENTO: Paradossale la situazione che si sta creando per quanto riguarda le novità sulle pensioni. Già un pratica rimandate le più importanti, seppur urgenti, tutti i provvedimenti annunciati ad oggi sabato 17 ottobre sono cancellabili e annullabili se l'Ue non ci concederà un extra deficit dovuto soprattutto per i problemi legati all'immigrazione e alle spese sostenute di circa 3,3 miliardi. E, dunque, se l'Ue non concedesse questo spazio, salterebbero il contributivo donna e l'eliminazione delle tasse fino agli 8mila euro. Anche per riguarda la staffetta ibrida le novità non sono positive con la cofnerma di un fondo solo di 100 milioni e che la norma non sarà attiva fino alla stesura di una legge ad hoc. Inoltre, se l'ue non concedesse il suo benestare, l'esecutivo potrebbe decidere di trovare le risorse bloccando di nuovo le indicizzazioni delle pensioni attuali, ovvero il meccanismo delle perequazioni.

Possibilità di staffetta ibrida per gli over 63 che decidono di ridurre il loro orario di lavoro tra le novità possibili, confermate proroga nel 2016 del bonus mobili e ristrutturazioni edilizie e le ultime notizie sull’abolizione del pagamento di Imu e Tasi sulla prima casa. Dall’anno prossimo pagamento del Canone Rai ridotto e in bolletta elettrica.

Pensioni: Ancora confusa la situazione sui cambiamenti imminenti alle pensioni. Apertasi la possibilità di una staffetta ibrida per gli over 63, misura sperimentale che interesserebbe i lavoratori cui mancano pochi anni al raggiungimento della pensione finale, in accordo con i datori di lavoro, che continuerebbero, però, a pagare i contributi previdenziali fino alla naturale maturazione dei requisiti pensionistici, e di una proroga del contributivo donna ma limitata esclusivamente alle domande presentate quest’anno, è possibile che nel lungo iter che attende la Manovra Finanziaria fino alla sua approvazione finale entro il 31 dicembre 2015 vengano presentati ulteriori emendamenti per altre novità. Anche se al momento tutti i partiti politici, insieme al presidente dell’Inps, si sono detti d’accordo con il piano del premier Renzi di rimandare la discussione sulle novità pensioni al prossimo anno ormai,è plausibile che si cerchi di risolvere la questione entro l’anno, prima che cioè dal prossimo primo gennaio 2016 scatti l’aumento dell’età pensionabile che passerà dai 66 anni e tre mesi ai 66 anni e sette mesi. Tutto si discuterà tra oggi e le prossime settimane, considerando che la riunione della Commissione parlamentare di ieri che avrebbe dovuto fornite ulteriori chiarimenti su proposte pensioni è stata rimandata. Tra i possibili emendamenti che potrebbero essere presentati, quello sulla cancellazione delle ricongiunzioni onerose e sull’impegno, vincolante per il governo, di collegare la manovra ad un DL sulle pensioni da realizzare con una legge delega o un iter parlamentare, che però richiederebbe tempi lunghissimi.

Riforma detrazioni ristrutturazione casa: Prorogato anche per il 2016 il bonus detrazioni edilizie con novità che prevedono l’allargamento della platea dei beneficiari. Chi dunque ha intenzione di ristrutturare casa potrà usufruire anche per il prossimo anno delle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, nella misura del 65%, che comprendono anche l’acquisto e la posa in opera di schermature solari, nel limite di 60.000 euro, e gli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, nel limite di 30.000 euro, e delle detrazioni Irpef al 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), per l’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Il bonus mobili nel 2016 sarà esteso anche alle giovani coppie in affitto, mentre l’ecobonus varrà anche per condomini e imprese con l’aggiunta di una strumentazione di certificazione energetica per permettere alle imprese di anticipare risorse e progetti per gli interventi di riqualificazione e ai condomini di pagare gli investimenti in bolletta energetica. Se nel caso di edifici privati le opere di manutenzione ordinaria risultano escluse dall'agevolazione, nel caso di quelli condominiali possono usufruire dell’agevolazione se vengono realizzate sulle parti comuni.  Il bonus vale, cioè, se la manutenzione ordinaria viene eseguita ad esempio nelle guardiole, nell’appartamento del portiere o nella sala adibita a riunioni condominiali (tutte parti comuni). Il bonus edilizia nel 2016 vale anche per i lavori di ristrutturazione o efficientamento energetico sui capannoni delle imprese italiane.

Imu e Tasi: La nuova Manovra Finanziaria conferma l’abolizione della Tasi sulla prima casa e dell’Imu sui terreni agricoli e imbullonati, cioè i macchinari industriali pesanti ancorati al terreno. Proprietari di prime case e inquilini dal prossimo 2016 non dovranno più pagare la Tasi, tassa sui cosiddetti servizi indivisibili comunali, che comprendono, per esempio, pulizia delle strade, manutenzione stradale e del verde pubblico, e dell’illuminazione comunale. La misura costerà allo Stato ben 3,7 miliardi di euro. L’Imu, dal prossimo 2016, sarà cancellata sui terreni agricoli per tutti, a prescindere dalla qualifica professionale, se contribuenti generici, imprenditori agricoli o coltivatori diretti, e se il terreno si trova in comuni montani o parzialmente montani. Dall’anno prossimo, inoltre, l’Imu sarà abolita anche sui macchinari imbullonati, cioè su attrezzature e impianti utilizzati dalle imprese e imbullonati al suolo.

Canone Rai: Pagamento del Canone Rai in bolletta elettrica: questo quanto previsto dalla nuova Manovra Finanziaria con la possibilità di suddividere la cifra, pari a 100 euro, in più rate da associare alle bollette della luce che vengono emesse ogni due mesi. Secondo quanto previsto, i possessori di due case pagheranno solo un canone tv, legato all'abitazione dove risiedono. Il Canone in bolletta potrebbe permettere all’utente anche la possibilità di non pagarlo senza incorrere in nessuna conseguenza a parte una segnalazione all'Agenzia delle Entrate, che dovrà decidere se l'utente sia moroso o non paga la tassa perché non possiede un televisore.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il