BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità e ultime notizie effetti negativi non solo inutili in nulli in riforma pensioni attuata in manovra finanziaria

Novità pensioni approvate quasi inutili: sarebbero stati più vantaggiosi i piani di uscita prima per tutti. Misure e differenze




Le novità pensioni approvate con la nuova Legge di Stabilità 2015, cioè aumento della no tax area per gli over 75, staffetta ibrida per gli over 63 e proroga del contributivo donna limitato a quest’anno, sono misure che concretamente non avranno particolari effetti positivi sulla revisione dell’attuale legge pensionistica. Si tratta infatti di provvedimenti minimi che, al contrario dei cambiamenti come piani di quota 100, mini pensione e contributivo che avrebbero permesso la possibilità di uscita prima dal lavoro per tutti apportando il duplice beneficio di rilancio dell’occupazione giovanile, e quindi di produttività e consumi, e in termini di risparmi, sul lungo periodo, derivanti dalle penalizzazioni imposte da ogni meccanismo a carico del lavoratore, non avrebbero gli stessi effetti.

La staffetta invece, così come proposta, potrebbe non essere utile, considerando che l’età prevista perché il lavoratore possa decidere per una riduzione dell’orario di lavoro, è comunque alta, 63 anni , quindi a fronte di una conseguente riduzione sullo stipendio mensile, sarebbe anche probabile che il lavoratore decide di rimanere al lavoro altri tre anni, percependo l’assegno pieno. Inoltre, la staffetta per i lavoratori più anziani non obbliga l’impresa all’assunzione di nuovi giovani, per cui potrebbe anche non verificarsi quel ricambio generazionale auspicato da tale meccanismo, per cui tutto rimarrebbe invariato.

Delusione anche per quanto riguarda il contributivo donna approvato: contrariamente alle richieste avanzate nel corso di questi mesi, infatti, è stato sì prorogato ma esclusivamente per quest’anno, valido quindi per chi ha presentato la domanda in questo 2015 e non più per il 2016 come si pensava, per cui non vi è una vera e propria proroga.

Simbolico anche l’aumento della no tax area per i pensionati. Secondo quanto previsto dalla nuova Manovra, infatti, per i soggetti con più di 75 anni la no tax area sale da 7.750 a 8.000 euro, mentre per i pensionati sotto i 75 anni aumenta da 7500 a 7.750 euro. Secondo i sindacati, l’intervento dovrebbe valere all’incirca 200 milioni di euro e dovrebbero beneficiarne circa 2 milioni di pensionati e l’aumento è decisamente irrisorio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il