BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità e ultime notizie lettera ufficiale spedita a Unione Europea indica che manca volontà quota 100, mini pensioni

Nella lettera di presentazione inviata all’Ue dal governo italiano non ci sono le novità pensioni discusse in questi mesi: le misure approvate e posizioni




Nella lettera di presentazione inviata al Commissario Ue Moscovici sui provvedimenti e le novità presentate dal governo Renzi lo scorso 15 ottobre, il capitolo pensioni sembra soddisfare la posizione dell'Ue, da sempre contraria su cambiamenti pensionistici, e dimostrare la poca volontà da parte dello stesso governo di cambiare le attuali norme.

Nonostante per mesi si siano susseguiti annunci, promesse e proposte, nulla di quanto richiesto è stato fatto. Nessun piano di quota 100, mini pensione, contributivo nè assegno universale sono infatti contenuti nella nuova Manovra Finanziaria. Non è un sorpresa inaspettata, considerando che nelle settimane precedenti la presentazione delle nuove misure valide in Italia a partire dal 2016 si parlava già della possibilità che nulla sarebbe stato fatto sulle pensioni di quanto auspicato. A far presagire questo nulla di fatto sia le posizioni di alcuni autorevoli esponenti del governo, sia la scarsa disponibiloità di risorse economiche.

Sono previste, infatti, solo misure che riguardano l’aumento della no tax area per i pensionati over 75, proroga del contributivo donna solo per il 2015, e possibilità di staffetta ibrida per gli over 63. Si tratta di misure che rappresentano un netto contraddittorio rispetto agli annunci fatti finora dallo premier Renzi e, paradossalmente, si pensa anche di bloccare ancora una volta le indicizzazioni per recuperare le risorse necessarie per i minimi provvedimenti approvati.

Nella lettera inviata all’Ue, sulle pensioni si legge che sono state previste misure volte a salvaguardare determinate persone prossimi al pensionamento ma che rischiano di ritrovarsi in grave difficoltà a causa della perdita del lavoro, che è stato prorogato il sistema del contributivo donna, anche se limitato a quest’anno, ed è stata approvata la staffetta ibrida per gli over 63 che dovrebbe spingere il rilancio dell’occupazione giovanile, specificando, inoltre, che le risorse necessarie saranno reperite senza gravare su imprese e famiglie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il