BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu e Tasi 2016 ufficiale: regole, chi deve pagare ed esente quando e come prima casa, terreni agricoli, seconda casa, affitto

Nuove regole Imu e Tasi dopo approvazione novità in Legge di Stabilità 2016: cosa cambia e per chi. Informazioni e chiarimenti




La nuova Legge di Stabilità conferma l'abolizione della Tasi sulla prima casa e dell'Imu su terreni agricoli, imbullonati ma anche su prime case di lusso, vale a dire ville e palazzi. Sono circa 19 milioni gli italiani che saranno esentati dal pagamento della Tasi sulla prima casa, che sarà cancellato anche per gli inquilini. Il premier Renzi ha parlato di “Una misura per tutti”, che vale 3,7 miliardi di euro. La cancellazione delle suddette tasse sulla casa sarò in vigore dal 2016, per cui il prossimo giugno non saranno tenuti al pagamento degli acconti Imu e Tasi tutti i proprietari di prime case e tutti gli affittuari.

Dal prossimo anno, dunque, la tassa sui servizi indivisibili, che era dovuta su tutte le abitazioni prime e seconda case, indipendentemente dal valore catastale, suddivisa tra proprietario e eventuale inquilino dell’immobile con una percentuale tra il 10% e il 30% a carico dell’inquilino, sparisce con la Legge di Stabilità 2016. E viene cancellata anche per gli inquilini, solo quando la casa è utilizzata come abitazione principale dall’occupante o dal comodatario. La Tasi a carico dell’inquilino rimarrebbe però per i negozi, i capannoni e in generale gli immobili non abitativi, ma anche per le case affittate non per farne un’abitazione principale.

Cancellata anche l’Imu sull’abitazione principale che fino a quest’anno è dovuta solo sulle abitazioni di lusso, cioè sugli immobili con valore catastale A-1, A-8 e A-9, ville, castelli e case di pregio storico o artistico. L’abolizione dell’Imu 2016 riguarda, dunque, soltanto le prime case di lusso, circa 70mila immobili su tutto il territorio nazionale che avranno un notevole risparmio.

Esentate dal pagamento di Imu e Tasi 2016 anche le pertinenze, con i limiti fissati dal 2012. Vengono considerate pertinenze i box auto (categoria catastale C-6), le tettoie e i magazzini (C-7) , locali di sgombero e cantine (C/2), ma “nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate”. Ciò significa che in caso di prima casa con due box auto o due cantine, la prima sarà esentata dal pagamento di Imu e Tasi, perchè rientra nella prima casa.

Abolita dal prossimo anno anche l’Imu sui terreni agricoli: la nuova Legge di Stabilità 2016 cancella infatti il pagamento dell’imposta sui terreni indipendentemente dalla classificazione dei terreni agricoli secondo l’elenco Istat dei Comuni (montani, parzialmente montani o di pianura). Non si pagherà più dunque dall’anno prossimo. Per il resto, cioè pr calcolo Imu e Tasi su tutti gli altri immobili ad eccezione di prime casa e terreni agricoli, l'anno prossimo si seguiranno le stesse regole dello scorso.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il