BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa bonus elettrodomestici, mobili detrazioni 65% 2016 ufficiali: come funziona, per chi, quando. Regole

Confermata la proroga del bonus ristrutturazioni edilizie, detrazioni per gli interventi di risparmi energetico e bonus mobili al 65 e 50% anche per il 2016: nuove regole




La nuova Legge di Stabilità 2016, presentata dal governo giovedì scorso, ha confermato la proroga del bonus ristrutturazioni edilizie, detrazioni per gli interventi di risparmi energetico e bonus mobili al 65 e 50% anche per il 2016. La novità delle agevolazioni 2016 è che il bonus mobili sarà esteso anche alle giovani coppie under 35 in affitto che decidono di rinnovare l’arredamento della propria casa, mentre il bonus ristrutturazione edilizie sarà allargato anche al settore pubblico e agli alloggi popolari. Bonus e detrazioni sono state prorogate ancora al 2016, quindi dal 2017 dovrebbero iniziare a dimezzarsi, a meno che entro l’approvazione finale della Manovra non saranno presentati ulteriori emendamenti di ulteriore rinvio dei bonus al 2017.

Coloro che dunque decidono di rimettere a nuovo la loro abitazione potranno ancora per l’anno prossimo beneficiare della detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, nella misura del 65%, comprendendo tra gli interventi agevolati anche l’acquisto e la posa in opera di schermature solari, nel limite di 60.000 euro, e gli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, nel limite di 30.000 euro.

Nei lavori di riqualificazione energetica sono compresi anche gli interventi antisismici, la rimozione dell’amianto e gli incentivi fiscali sono stati estesi anche agli immobili ex Iacp (istituti autonomi case popolari). E' stato prorogato al 31 dicembre 2016, come detto, anche il bonus mobili che prevede una detrazione fiscale Irpef al 50% per l’acquisto di mobili, arredi e grandi elettrodomestici nuovi da destinare all’immobile che è oggetto di interventi di ristrutturazione.

L’acquisto agevolato dei mobili ed elettrodomestici potrà essere effettuato entro il 31 dicembre del prossimo anno e per beneficiare del bonus mobili non è importante la data di conclusione dei lavori di ristrutturazione ma la data di inizio di tali lavori che deve precedere quella in cui si acquistano i mobili e i grandi elettrodomestici.

La nuova Legge di Stabilità ha esteso anche alle giovani coppie under 35 anni la possibilità di richiedere il bonus mobili, anche senza l’obbligo di effettuare lavori di ristrutturazione. Tra le ultimisse novità che potrebbero ancora essere inserite nella nuova Manovra, il bonus mobili del 50% raddoppiato per le coppie giovani che acquistano una prima casa.

Ricordiamo che la detrazione spetta soltanto se i soggetti che hanno sostenuto spese conservano il bonifico o relativi documenti, come fatture, scontrini con codice fiscale dell’acquirente e indicazione dei beni acquistati; e se gli interventi di ristrutturazione sono iniziati prima del pagamento effettuato per i mobili e i grandi elettrodomestici. Non è invece necessario che le spese di ristrutturazione siano anche pagate prima di quelle per i mobili e gli elettrodomestici dell’abitazione.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il