BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai in bolletta: chi paga computer, tablet, cellulari. Nuove regole ufficiali prima casa, seconda casa, affitto.Alternative

La decisione del governo di inserire il canone Rai nella bolletta della luce continua a essere oggetto di discussioni e confronti.




Una strada diversa rispetto a quella indicata dal governo per il pagamento del canone Rai, da legare alla bolletta della luce, è quella indicata da Pierluigi Sabbatini - Comitato per le Valutazioni Economiche, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato - sulle pagine web del sito lavoce.info. Per evitare confusione tra l'intestazione di una bolletta elettrica, il possesso di un televisore e la fruizione del servizio televisivo pubblico, propone di crittare le trasmissioni Rai e dotare di una card Rai chi versa il canone e dunque chi è abilitato alla visione dei canali di Viale Mazzini. Come conseguenza di questa strategia, verrebbero cancellati i tetti pubblicitari.

Dai 113,50 euro attuali, l'importo di spesa complessivo calerebbe a 100 euro. In questi giorni le attenzioni sono puntate anche sulle sanzioni che verrebbero comminate ai trasgressori ovvero a chi si rifiuta di pagare il canone. Nelle bozze della manovra finanziaria è prevista l'applicazione di una sanzione pari a cinque volte l'importo e dunque di 500 euro. Stando alle norme in vigore, nel caso di saldo della quota entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, la sanzione amministrativa è pari a 4,47 euro ovvero a 1/12 dell'importo per ogni semestre. Trascorso questo prime mese, la somma sale fino a 8,94 euro ovvero 1/6 del canone per ogni semestre. La cifra massima che può essere comminata al contribuente inadempiente è di 619 euro.

Capitolo tempistiche, il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico preciserà la natura della rateizzazione del versamento. Tra le ipotesi allo studio c'è la distribuzione dell'importo in più rate e non in due, a gennaio o a giugno. Fino a ora, è stato concesso di passare alla cassa anche più di una volta. In caso di pagamento semestrale le scadenze sono il 31 gennaio e il 31 luglio (rate di 57,92 euro ciascuna), altrimenti il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre (30,16 euro). Gli importi sono comprensivi della tassa di concessione governativa e dell'imposta sul valore aggiunto (4%) esclusa la tassa di versamento postale o le commissioni dovute per le altre modalità.

Per il pagamento è stato possibile utilizzare il bollettino postale, recarsi nelle tabaccherie del network Lottomatica Servizi, utilizzare il servizio di carte di credito al telefono, o l'applicazione Canone TV per iPhone, iPad e smartphone e tablet equipaggiati con sistema operativo Android. Attualmente non è prevista l'esenzione del versamento per mancato utilizzo dell'apparecchio perché si tratta di un tassa che grava sul possesso del televisore.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il