BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Imu e Tasi 2016: chi paga e quanto prima casa, case in affitto, prima casa, terreni agricoli, capannoni.Nuove regole Governo Renzi

Nuove norme ufficiali in vigore dal possimo 2016 per calcolo e pagamento di Imu e Tasi: cosa cambia e cosa resta invariato. Le novità della Manovra 2016




La nuova Manovra Finanziaria ha abolito in maniera ufficiale Imu e Tasi e dal prossimo 2016 cambieranno le regole di pagamento delle imposte sulla casa che manterranno, però, nei casi di pagamento ancora validi le stesse regole e modalità dello scorso anno.

Cosa prevede la nuova Manovra Finanziaria per Imu e Tasi?

La Manovra prevede la cancellazione della Tasi sulla prima casa e Imu sui terreni agricoli e imbullonati, cioè i macchinari industriali pesanti ancorati al terreno. L’Imu sarà abolita dunque anche sui macchinari imbullonati. Scompare, dunque, l’imposta su attrezzature ed impianti utilizzati dalle imprese e imbullonati al suolo, considerata da sempre dalle associazioni di categoria, iniqua e molto gravosa per le imprese.  Dal prossimo anno non pagheranno più la Tasi nemmeno gli inquilini. L’abolizione della Tasi per tutti i proprietari di prima casa ma anche per gli inquilini in affitto, costerà allo Stato ben 3,7 miliardi di euro.

L’Imu sarà abolita su tutte le prime case?

Sì. Oltre all’esenzione Imu per le prime case, dal prossimo anno l’Imu non si pagherà anche su tutte le altre tipologie di prime abitazioni, anche se cioè sono di lusso e rientrano nella categorie catastali A/1, A/9 e A/8.

Gli altri immobili continueranno a pagare l’Imu l’anno prossimo?

Sì, nel 2016 non cambierà nulla per calcolo e pagamento dell’Imu su tutti gli altri immobili commerciali. L’imposta municipale unica continuerà, dunque, ad essere pagata su seconde abitazioni, uffici, capannoni, negozi.

Le regole di calcolo Imu e Tasi resteranno sempre le stesse?

Sì. Per il calcolo, si parte sempre dalla rivalutazione della rendita catastale del 5%, si moltiplica il risultato per i coefficienti degli immobili per cui si paga e al risultato ottenuto si applicano le aliquote Imu e Tasi del proprio Comune. L’Imu spetta solo ai proprietari, anche nei casi di immobili in affitto. Ogni anno i comuni dovrebbero deliberare nuove aliquote e detrazioni di pagamento.

Chi paga Imu e Tasi e chi è esente?

Pagano l’Imu tutti i proprietari di tutti gli immobili che non sono prime abitazioni, esattamente come accadrà per la Tasi, che non dovrà più essere versata dagli inquilini, quindi divisa tra proprietari e affittuari. Restano esenti dal pagamento della Tasi gli immobili posseduti dallo Stato; i fabbricati appartenenti agli Stati esteri e alle organizzazioni internazionali, gli immobili posseduti, nel proprio territorio, dalle regioni, dalle province, dai comuni, dalle comunità montane, dagli enti del servizio sanitario nazionale, destinati esclusivamente ai compiti istituzionali; gli immobili destinati esclusivamente all’esercizio del culto.


Come si pagheranno l'anno prossimo Imu e Tasi?

Anche nel 2016 per il versamento di Imu e Tasi si potranno utilizzare bollettini postali e modelli F24.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il