BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità e ultime notizie sui recenti sviluppi partiti, politici e Commissione per riforma pensione quota 100,mini pensioni

Il dibattito in Italia sulle pensioni continua a essere in corso ma le novità significative arriveranno solo nel medio periodo.




Quale direzione sta prendendo il dibattito sulle pensioni? Le ultime notizie riferiscono che in sede di commissione Lavoro sono state esaminate le novità introdotte dal governo con la manovra finanziaria. Le critiche hanno prevalso sui consensi poiché le misure individuate, come la staffetta ibrida e la proroga di un anno del regime sperimentale del contributivo donna, sono state ritenute insufficienti rispetto alle emergenze attuali. Da queste basi di ragionamento sono state rilanciate le proposte di applicare quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione da raggiungere per congedarsi dal lavoro, e di introdurre le cosiddette mini pensioni a favore di chi, avanti con l'età, è privo di lavoro e non percepisce l'assegno previdenziale.

Poi ci sono le pressioni dei partiti politici a prevedere misure specifiche per il miglioramento del sistema previdenziale. Il Movimento 5 Stelle, ad esempio, si dice convinto dell'utilità di introdurre l'assegno universale, al pari di quanto accade negli altri Paesi europei. La Lega spinge per una revisione completa dell'attuale legge previdenziale. La minoranza del Partito Democratico invoca maggiori tutele per i pensionati e meno rigidità nei criteri per l'uscita con qualche anno di anticipo. Forza Italia chiede l'aumento degli assegni minimi e guarda con diffidenza le attuali regole.

A proposito di assegno universale, il ministro dell'Economia sta cercando di coinvolgere l'Europa nella definizione di uno strumento valido per tutti i disoccupati e finanziato, in parte o del tutto, dalla stessa Bruxelles, ma i tempi non sono affatto brevi. Della necessità di mettere mano sulle pensioni si è di nuovo fatto promotore il presidente dell'Inps, ma occorre fare sempre i conti con una situazione economica che non consente ampi margini di manovra per intervenire. Da qui i tentativi del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di prevedere misure a costo limitato per lo Stato, ma fino a questo momento non è stata raggiunta la quadra.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il