BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: regole ufficiali. Chi paga o è esente prima casa, affitto, seconda casa, computer, cellulari, tv. Come e quando.

Ecco le novità sul pagamento del canone Rai a cui sono soggetti i possessori di un televisore e intestatari di una utenza domestica.




Cosa cambia con il nuovo canone Rai? Quali sono le regole che entreranno in vigore nel 2016? Il costo passa dagli attuali 113,50 euro a 100 euro, da pagare in 6 rate da 16,66 euro che saranno addebitati in automatico nella bolletta elettrica. A essere soggetti all'imposta saranno i possessori di un televisore, ma non quelli di PC, smartphone e tablet, perché non dotati di un sintonizzatore per la ricezione del segnale terrestre o satellitare. L'altro requisito è l'intestazione di una utenza domestica e dunque essere residenti o affittuari di prima casa. Gli studenti universitari fuori sede, però non dovranno versare l'imposta, ma solo se ancora residenti nel nucleo familiare originario.

Uno dei punti più contestati è relativo alle sanzioni in caso di mancato pagamento del canone Rai. Nel testo della manovra finanziaria viene prevista una sanzione paria a cinque volte l'importo e dunque di 500 euro. Con le regole in vigore fino a questo momento, nel caso di saldo della quota entro i 30 giorni successivi alla data di scadenza, la sanzione amministrativa è pari a 4,47 euro ovvero a 1/12 dell'importo per ogni semestre. Trascorso questo prime mese, l'importo sale fino a 8,94 euro ovvero 1/6 del canone per ogni semestre. La cifra massima non può superare i 619 euro.

A differenza del passato l'evasione è dunque impossibile. L'extra gettito rispetto a quanto riscosso fino a questo momento, sarà incamerato dirottamente dallo Stato. Spetterà al singolo utente dimostrare eventualmente all'Agenzia delle entrate di non possedere un televisore e dunque di non dover pagare in canone. Fino a quest'anno c'è stata la possibilità di procedere alla disdetta legale dichiarando il suggellamento del proprio televisore. Occorreva spedire una raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale I di Torino Ufficio territoriale di Torino 1 Sportello S.A.T. Casella postale 22 – 10121 Torino.

Non cambiano le categorie degli esentati che rimangono i militari delle Forze Armate, gli stranieri appartenenti alle Forze Nato, gli agenti diplomatici e consolari, i rivenditori e riparatori TV, a cui si aggiungono gli anziani sopra i 75 anni con reddito annuale non superiore a 6.713,98 euro annui. Fino al 2015 il canone Rai può essere versato in 2 o 4 rate. In caso di pagamento semestrale le scadenze sono il 31 gennaio e il 31 luglio (rate di 57,92 euro ciascuna), altrimenti il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre (30,16 euro). Gli importi sono comprensivi della tassa di concessione governativa e dell'imposta sul valore aggiunto, esclusa la tassa di versamento postale o le commissioni dovute per le altre modalità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il