BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Commissione novitÓ resoconto INPS lancia allarme gravissima emergenze oltre riforma pensioni

Mercoledý 28 ottobre torna a riunirsi la Commissione parlamentare proprio per discutere di ulteriori novitÓ che si vorrebbe approvare: emendamenti attesi nuovi e di miglioramento




NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13,40 oggi mercoledì Ottobre): Nella seduta della Commissione odierna, oltre agli emendamenti e altri temi che vedremo dopo, c'è l'allarme dell'INPS, fatto dal Presidente del Consiglio di Vigilanza, su una gravissima emergenza conti con un bilancio che nei prossimi anni avrà un costante di 10 miliardi di perdite in potenziale aumento di anno in anno. E' un annuncio grave anche perchè fatto in una aula ufficiale della Repubblica Italiana in una audizione ufficiale. L'INPS si impegna a tenere monirata costantemente la situazione, ma chiede anche provvedimenti per dei cambiamenti realiche che garantiscano la tenuta dei conti e in ultima analisi delle pensioni. Dunque, oltre uscire prima, c'è anche un problema che finora si era era sempre vociferato, ma ora sta diventando via via sempie più ufficiale e grave (seguono aggiornamenti)

Sembra una discussione infinita quella sulle pensioni che, nonostante le novità già approvate, continua senza sosta. E mercoledì 28 ottobre torna a riunirsi la Commissione parlamentare proprio per discutere di ulteriori novità che si vorrebbe approvare. Tutto però lascia presagire che sarà piuttosto difficile approvare nuovi cambiamenti entro l’anno, soprattutto per il fatto che l’Unione europea sembra aver chiuso alla possibilità di concedere ulteriori margini di flessibilità al nostro Paese.

Ma la Commissione continua a lavorare per cambiare ancora la legge pensioni attuale, pronta a presentare emendamenti che contengano sia novità, come piani di quota 100 e mini pensione, così come proposto del testo già presentato, quota 101 e 41, ma anche miglioramenti alle misure già approvate, dalla proroga del contributivo donna che, però, essendo limitato solo a quest’anno si vuole rinviare per un altro anno o anche due, alla staffetta ibrida per gli over 63, per la cancellazione del vincolo di richiesta al datore di lavoro, per un ulteriore abbassamento dell’età di uscita visto che, secondo molti, 63 anni è comunque una soglia alta, e per chiedere ulteriori fondi da investire in questa novità.

Le novità si concentrano su un piano inedito di cambiamento delle pensioni, sistema che dovrebbe basarsi sul piano di uscita con quota 100 con penalizzazioni ridotte che sarebbero alleggerite dall’erogazione di una mini pensione. Seppur ridotte, le penalizzazioni restano necessarie perché la Ragioneria di Stato accolga la proposta e senza bloccarla motivandola con la mancanza di risorse economiche.

Le penalizzazioni potrebbero ridursi in base al valore complessivo dell'assegno e l'età, cambiando a seconda del lavoro svolto e diminuendo nel caso dei lavoratori precoci e usuranti. Questo nuovo piano sarebbe, comunque, limitato nel tempo e con dei fondi predefiniti per poi, dopo una prima fase di prova, se i risultati si rivelassero positivi, essere inserito nel Decreto previdenza che potrebbe arrivare in primavera.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il