BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Conti deposito Ottobre, Novembre 2015 migliori e offerte nuove alternativi a Bot e Btp con tassi interessi più alti, maggiori

Sono diverse le soluzioni a disposizione dei risparmiatori per vincolare piccole somme con i conti deposito e ottenere guadagni sicuri.




Sono due gli aspetti principali da prendere in considerazione nella scelta dei conti deposito 2015: la somma che si intende vincolare il periodo di tempo. Poi ci sono tanti altri dettagli su opzioni, spese iniziali e spese periodiche. In questo fine ottobre e in vista del mese di novembre 2015, le condizioni proposte non sono al livello di quelle degli scorsi anni e il ricavo effettivo continua a essere piuttosto basso per quanto sicuro anche per via dello spread basso. In realtà, anche per chi sceglie i titoli brevi come i Bot, i rendimenti sono prossimi allo zero mentre quelli a più lunga scadenza sono più rischiosi per via di un possibile aumento del tasso di interesse che ne sminuirebbe il valore. E gli stessi Btp sono in costante calo.

Se proviamo a fare un esempio concreto depositano 5.000 euro per 24 mesi con il conto Widiba, scopriamo che il gguadagno netto è di netto 82,75 euro. Il tasso effettivo è all'1,65%, ma ci sono le spese di bollo pari a 10 euro. Si tratta di un conto corrente al quale è abbinato un deposito al risparmio che fa crescere il rendimento grazie alle linee vincolate. Scendendo nel dettaglio, le condizioni sono più vantaggiose in caso di maggiore vincolo delle somme depositate. Gli interessi corrisposti sono pari all'1,20% sul deposito vincolato a 3 mesi, all'1,40% sul deposito vincolate a 6 mesi, all'1,60% sul deposito vincolato a 12 mesi, all'1,70% sul deposito vincolato a 18 mesi, all'1,85% sul deposito vincolato a 24 mesi.

Con Banca Marche cala il guadagno effettivo che nelle stesse condizioni è pari a 69,55 euro. in questo caso, gli interessi corrisposti sono pari all'1,70% se si vincolano le somme depositate per 3 mesi, all'1,85% se si vincolano le somme depositate per 6 mesi, all'1,95% se si vincolano le somme depositate per 9 mesi, al 2,15% se si vincolano le somme depositate per 12 mesi, al 2,20% se si vincolano le somme depositate per 18 mesi, al 2,25% se si vincolano le somme depositate per 24 mesi. L'importo minimo da depositare è pari a 5.000 euro, quello massimo a 3.000.000 euro. Il guadagno netto con Findomestic ammonta a 55,55 euro. Il tasso nominale lordo è all'1,50% per importi fino a 10.000 euro ed è all'1,00% oltre i 10.000 euro.

Appena più basso, 55,50 euro, è il ricavo con Banca Ifis. Se con il deposito libero la capitalizzazione è giornaliera con accredito interessi trimestrale, con il deposito vincolato è possibile scegliere tra due opzioni: capitalizzazione anticipata in cui gli interessi sono corrisposti immediatamente, capitalizzazione posticipata con interessi corrisposti trimestralmente. Con Ibl Banca, guadagno netto di 54,92 euro. Il tasso nominale lordo è all'1,25%, l'imposta di bollo è dello 0,20% sulle somme depositate e non ci sono spese iniziali e periodiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il