BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ da chi ha sempre detto veritÓ su mini pensioni, quota 100, riforma digitale, codice strada: ultime giovedý oggi

Importanti indicazioni sulle novitÓ per le pensioni da fonte importante e introduzione del reato di omicidio stradale oltre bocciatura trascrizione nozze gay




Dopo le ultime aperture da parte di autorevoli esponenti del governo, le novità per pensioni potrebbero mettere in dubbio ogni buona intenzione di nuovi lavori sull’attuale legge pensioni almeno ad oggi giovedì 29 ottobre. Le ultime e ultimissime notizie, poi, confermano che entro l’anno dovrebbe essere finalmente approvato il reato di omicidio stradale con pene decisamente severe. Bocciate invece le nozze gay trascritte dai sindaci delle singole città.

Pensioni quota 100, mini pensioni: Sono stati diversi gli autorevoli esponenti del governo che negli ultimi giorni, ed anche a sorpresa, hanno aperto al nuove possibilità di cambiamento delle pensioni, a partire, inaspettatamente, dal ministro dell'Economia Padoan, che, innanzitutto sostiene il piano di revisione delle agevolazioni fiscali che potrebbero permettere poi l'approvazione dell'assegno universale, ma anche la ripresa delle discussioni sul decreto previdenza. Per quanto riguarda l’assegno universale, si tratta di una misura cui Padoan ha aperto soprattutto per adeguarsi al modello europeo, considerando che l'assegno universale esiste già in tutti gli altri Paesi europei. In settimana, poi, il ministro del Lavoro ha parlato dell’intenzione di tornare a lavorare in breve tempo sulle pensioni per definire novità collegate al lavoro, e quindi al rilancio di occupazione giovanile e produttività, e lo stesso premier Renzi ha annunciato la ripresa delle discussioni sulle pensioni nei prossimi mesi, forse tra gennaio e febbraio 2016, anticipando la possibilità di avviare una nuova consultazione pubblica online per raccogliere le proposte dei cittadini e mettere a punto una soluzione universale per tutti. Ma le ultime affermazioni del viceministro dell’Economia Morando sembrano mettere in discussione i buoni propostiti appena riportati. Secondo Morando, infatti, è vero che sulle pensioni potrebbe tornare a discutere nel 2016 e si potrebbe arrivare alla definizione di soluzioni universali, ma è anche vero che non c’è alcuna conferma di questo piano di lavoro. E non è la prima volta che Morando interviene smentendo lavori, annunciati, sulle pensioni. Lo aveva fatto anche in estate, spiegando che sul tavolo dell’esecutivo non c’era alcun cambiamento sulle pensioni in vista della nuova Manovra Finanziaria tra quelli di cui si parlava tra quota 100, mini pensioni, contributivo,, cosa che poi effettivamente si è rivelata reale, visti i minimi provvedimenti previsti.  Secondo Morando molto di quello che si deciderà dipenderà dall’andamento della spesa per le pensioni, visto che l’Italia è il Paese europeo dove questa voce di spesa risulta ancora molto alta e dalla bravura di tutti nell’approvare misure che siano completamente autofinanziate e a costo zero per lo Stato.

Riforma codice della strada: La riforma del codice della strada si concentra ormai da troppo tempo sulla richiesta più volte ribadita da tutti, cittadini comuni e molto politico, di istituire il reato di omicidio stradale che preveda, tra l’altro, sanzioni esemplari e pene certe. Ed entro la fine dell'anno, finalmente, dovrebbe essere approvato dal Parlamento questo reato di omicidio stradale. Secondo quanto previsto, chi causerà un incidente mortale e non presterà un primo soccorso alle vittime sarà considerato alla stregua di un assassino e potrebbe rischiare fino a 18 anni di carcere, esattamente come per un omicidio volontario. La nuova legge introduce anche il reato di lesioni stradali, che prevede: pena da otto a dodici anni per l'omicidio stradale con ubriachezza e tasso alcolemico superiore a 1,5 mg e per stupefacenti, e pena da quattro a dieci anni per ubriachezza tra 0,8 e 1,5 mg. Probabilmente il teso finale prevedrà l'innalzamento del minimo della pena da quattro a cinque anni per la seconda fascia di omicidio stradale.

Nozze gay bocciate: Il Consiglio di Stato ha bocciato le trascrizioni di nozze gay da parte dei sindaci delle singole città. Secondo i giudici, se l'Italia ‘vuole riconoscere l'unione fra coppie dello stesso sesso, allora deve introdurne il principio. due persone dello stesso sesso possono essere coppia anche in Italia. E' questo del riconoscimento un passaggio che è essenziale. Si tratta, dunque, di introdurre un linguaggio che manca. I giudici infatti hanno ricordato che ‘Oggi nel nostro paese il presupposto delle nozze è la differenza di sesso’.

Riforma agenda digitale: Contrariamente agli obiettivi dichiarati da mesi dal governo Renzi, la nuova Manovra Finanziaria prevede tagli del 50% alle spese per l'informatica della Pubblica Amministrazione. Si tratta comunque di un primo passo che ancora una volta blocca il percorso di digitalizzazione della nostra Italia, ancora lenta in tema di banda larga rispetto ai colleghi europei. E restano in stallo i progetti finora in discussione e definiti.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il