BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti personali Novembre 2015 migliori tra banche, siti web online, finanziarie, siti prestiti privati e carte credito

Le offerte di prestiti personali migliori proposte da banche e non solo. Come funziona l’alternativa del prestito tra privati. Tutte le possibilità




Nonostante sembra stia migliorando la situazione economica dell'Italia, seppur lentamente, e la fiducia del consumatori torna leggermente a salire, sono ancora tanti gli italiani che continuano a chidere prestiti personali per affrontare le spese quotidiane ma anche per sostenere spese extra, tanto che i prestiti bancari continuano a crescere nel 2015 e settembre è stato il mese migliore degli ultimi 3 anni e mezzo. In particolare, le domande di prestiti finalizzati e personali sono cresciute rispettivamente del 13,4% e dell'1,2% nei primi 9 mesi del 2015.

Tra i migliori prestiti attualmente disponibili che si possono richiedere e ricevere direttamente online, spicca quello offerto da Fineco, banca diretta del gruppo UniCredit. Fineco propone prestiti personali fino a 30.000 euro, rimborsabili a rate mensili su una durata che varia in base all’importo richiesto, ma che comunque non può superare i 7 anni. Questo prestito online non prevede spese di istruttoria e necessità di giustificativi alla richiesta e per accedervi basta essere titolare di un conto Fineco da almeno 6 mesi. Per chi avesse già dei prestiti all’attivo con altre banche o finanziarie, Fineco propone una soluzione online per unificare in un unico finanziamento di importo compreso tra gli 11.000 e i 30.000 euro fino a quattro prestiti personali.

Tra i migliori prestiti bancari troviamo anche Prestito PerTe Facile di Intesa Sanpaolo, forma di finanziamento flessibile per lavoratori dipendenti anche a tempo determinato, autonomi e pensionati con un'età compresa tra i 18 e gli 80 anni. Oer ottenere questo prestito bisogna essere titolari di un conto corrente presso qualsiasi Banca, anche non del Gruppo Intesa Sanpaolo, e ha una durata che va da un minimo di 2 fino ad un massimo di 10 anni. Richiedendo questo prestito, l’importo finanziabile è compreso tra un minimo di due mila euro e un massimo di 75mila e il rimborso delle rate mensili avviene direttamente con addebito su conto corrente.

C'è poi la proposta di Fiditalia, finanziaria del Gruppo Societe Generale che offre prestiti personali da 3.000 a 30.000 euro scegliendo la formula Fidiamo. Fino al 30 novembre, per un prestito di 18.000 euro, da rimborsare in 81 rate da 298,89 euro, è previsto un Tan fisso dell’8,90%, Taeg 9,99%, per un importo totale allo scadere del finanziamento pari a 24.488,29 euro.

Il Taeg comprende le spese di istruttoria di 150 euro, le spese di incasso rata di 3 euro e l’imposta di bollo relativa al contratto, che è di 16 euro. L’erogazione del prestito avviene entro 48 ore dalla sottoscrizione del contratto e il rimborso attraverso addebito su conto corrente o tramite bollettino postale. L’unica condizione richiesta per avere un prestito personale Fidiamo è avere un reddito dimostrabile e un’età compresa tra i 18 e i 72 anni.

Non solo, però, banche e finanziarie: è nata infatti un’altra possibilità di richiesta di prestiti personali, che prevede uno ‘scambio’ tra privati, il cosiddetto social-lending, che letteralmente significa prestito sociale. Si tratta di una nuova opportunità offerta gli utenti per sostenere spese impreviste o semplice bisogno di liquidità per varie evenienze e prevede un capitale messo a disposizione dagli stessi utenti, che investono una somma di denaro a loro discrezione a fronte di un interesse. Questo tipo di prestito viene regolamentato e vigilato dalla Banca d'Italia e gli operatori sono regolarmente iscritti all'albo degli istituti di pagamento.

Esistono siti e piattaforme specifiche cui rivolgersi per questa tipologia di prestiti, prima tra tutte Smartika che offre la possibilità di richiedere prestiti senza busta paga, prestiti online, prestiti veloci e anche prestiti tra privati, seguito dal sito Prestiamoci, che permette di chiedere prestiti con bassi tassi di interesse e particolarmente conosciuto perla puntualità di erogazione dei soldi. Rispetto alle banche tradizionali, questi servizi online propongono prodotti senza spese, con tassi di interesse agevolati e sempre bassi, possibilità di estinzione dei prestiti richiesti senza penali o more, rate sempre trasparenti e senza clausole, e pagamento di una quota di iscrizione per la richiesta di un prestito.

Anche Carrefour Banca per questa ultima settimana di ottobre e per il mese di novembre offre la possibilità di richiedere prestiti personali fino a 30mila euro rimborsabili da 24 a 120 mesi. Anche in questo caso il rimborso delle rate mensili avviene tramite addebito diretto sul conto corrente e l'erogazione del prestito avviene con bonifico sullo stesso conto. Particolari prestiti si possono ottenere anche tramite carte revolving, particolari carte di credito che erogano denaro sotto forma di prestito appunto concesso dalla propria banca ma per importi definiti. Queste modalità di erogazione di prestito permettono una grande flessibilità di rimborso, considerato che si fissa una rata minima mensile di restituzione della somma ricevuta ma il cliente può decidere, di volta in volta, se aumentarla o diminuirla.

Tra le migliori offerte di carte revoling troviamo quella di Unicredit Flexia Classi che permette di usare la carta e decidere entro la fine del mese la modalità di rimborso, scegliendo tra il rimborso in un'unica soluzione il mese successivo; il rimborso a saldo con possibilità di rateizzare un singolo acquisto o tutti gli acquisti di importo compreso tra 250 e 5mila euro; o l’intero rimborso a rate. La carta Flexia ha 5 anni di validità e un costo del canone annuo di 35 euro.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il