BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità cosa accadrà settimana prossima e appuntamenti, riforma Canone Rai bolletta, Minimi p.iva: novità domenica oggi

Diversi appuntamenti e incontri sulle novità per le pensioni sono attesi la settimana prossima. Così come si entrerà nel vivo dei lavori per eventuali cambiamenti della riforma del Canone Rai nuovo in bolletta e dell'ennesima riforma del regime dei minimi per le partite iva senza dimenticare indulto e amnistia.




NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9,07 oggi domenica 1 Novembre): In settimana per determinare, o almeno si spera finalmente, alcune novità sulle pensioni si incontrerà anche la Commissione della Camera. E ad oggi domenica 1 Novembre, sembrano confermate le ultime e ultimissime notizie per cui dovrebbe essere deciso un Comitato Ristretto per continuare a dialogare con le varie forze sociali e politiche per decidere e avre il supporto sui cambiamenti per le pensioni. Non solo, come già detto si attende anche la risposta da parte dei Ministri competenti del parere vincolante tecnico su quota 100 e poi, si spera, inizieranno ad essere almeno discussi i primi emendamenti in maniera ufficiale che sappiamo in fase di preparazione.

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 12,41 oggi sabato Ottobre): Sempre in settimana tra le novità per le pensioni e più in generale su tutti i cambiamenti della manovra dovrà pronunciarsi la Commissione Bilancio del Senato. Infatti, secondo le ultime notizie entro sabato, salvo ritardi, la Comissione incaricata dovrà dare il suo via libera, già dato, comunque prima in fase preliminare così come dal Mef. Entrambi, poi, dovranno rianalizzare la norma una volta che verrano eventualmente approvati degli emendameti tra cui i diversi e numerosi emendamenti per la riforma pensioni che abbiamo visto in questa news. E come detto data termine per la presentazione degli emendamenti in Senato dovrebbe essere sempre il prossimo sabato. Quindi, attenzione, che se anche alcuni emendamenti fossero approvati e votati, ci sarebbe sempre da superare l'esame contabile che, quasi sempre, ha bloccato tutte le norme sulle pensioni che sembrano ad un soffio dal passare.

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10,44 oggi sabato Ottobre):  Tra gli appuntamenti della settimana entrante riguardo le novità sulle pensioni ad oggi sabato 31 ottobre previsti, vi sarà anche quello di martedì che prevede un incontro e dibattito tra il segretario del Pd Renzi e gli esponenti del suo partito. E stando alle ultime e ultimissime notizie, le intenzioni di una buona parte di deputati e senatori è chiedere due cambiamenti principali. Il primo sull'uso del contante, cancellando la nuova norma o rendendola temporanea per i prossimi 2-3 anni e poi fare una verifica. E il secondo tema sarà proprio quello delle pensioni con la richiesta non solo di miglioramenti agli attuali cambiamenti ma anche di realizzare davvero, almeno in fase sperimentale, un sistema di uscita prima dal lavoro già a partire da questa manovra. (seguiranno nelle prossime ore ulteriori news aggiornate)

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10,44 oggi sabato Ottobre):  Tra gli appuntamenti della settimana entrante riguardo le novità sulle pensioni ad oggi sabato 31 ottobre previsti, vi sarà anche quello di martedì che prevede un incontro e dibattito tra il segretario del Pd Renzi e gli esponenti del suo partito. E stando alle ultime e ultimissime notizie, le intenzioni di una buona parte di deputati e senatori è chiedere due cambiamenti principali. Il primo sull'uso del contante, cancellando la nuova norma o rendendola temporanea per i prossimi 2-3 anni e poi fare una verifica. E il secondo tema sarà proprio quello delle pensioni con la richiesta non solo di miglioramenti agli attuali cambiamenti ma anche di realizzare davvero, almeno in fase sperimentale, un sistema di uscita prima dal lavoro già a partire da questa manovra. (seguiranno nelle prossime ore ulteriori news aggiornate)

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 9,44 oggi sabato Ottobre): Tra le novità attese per settimana prossima per le novità sulle pensioni, continuamo a riportare  alcune ultime e ultimissime notizie di oggi sabato 31 ottobre,  tra cui quelle che i Ministri competenti e i relativi tecnici dei dicastaeri rispondano al parere tecnico vincolante richiesto dalla Commissione sul proprio piano ovvero quota 100 con penalizzazioni fino al 12%. E' un documento che è stato richiesto più volte e l'esecutivo è in ritardo di un mese. E' stato chiesto anche martedì questo e si spera arrivi presto, magari già in questa settimana entrante, proprio perchè sarà interessante capire perchè non si possa fare pur facendo risparmiare lo Stato nel medio periodo grazie alle penalizzazione. Il Ministro del Lavoro Poletti questa settimana in una intervista ha spiegato che ogni metodo anche perfino il contributivo ha problemi di redistribuzione delle risorse in quanto uscendo prima bisogna trovasre le coperture per i fabbisogni finanziari e che, poi, questi ovviamente diminuirebbero nel corso del tempo. E ha detto esplicitamente che non si è trovata la soluzione a questa redistristribuzione. Ma pare impossibile, visto che si tratta solo di un dievrso riallocamento delle risorse a livello temporale. E un documento TECNICO indicherebbe le reali risposte con numeri e dati alla mano.

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17,46 oggi venerdì Ottobre): l'idea di forzare la mano sulle novità per le pensioni che sta uscendo tra oggi venerdì 30 ottobre  e ieri, direttamente in Senato o più tardi alla Camera non è solo della minoranza del Partito Democratico, ma di tutti i partiti e le mozioni potrebbero essere realmente bipartisan in quanto in diversi deputati e senatori dell'opposizione sono convinti, leggendo le relative affermazioni nelle ultime e ultimissime notizie, che il Governo sia pronto a fare davvero qualcosa per le pensioni solo prima delle elezioni amministrative di Milano e Roma nella prossima primavere (come il famos bonus degli 80 euro) o più tardi prima delle elezioni politiche tra due anni. E quindi, vogliono evitare, che a Renzi rimanga una carta da giocarsi così importante e in qualche modo cercano di anticiparlo sfruttando una parte del suo stesso partito.

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 14,19 oggi venerdì Ottobre):  Come indicato sotto sono tanti gli eventi attesi per settimana prossima e sono solo quellli ufficiali ad oggi venerdì 30 ottobre. Tra le novità per le pensioni, secondo le ultimissime notizie, sempre riferite ai prossimi 7 giorni, vi saranno gli emendamenti che in Senato dovranno essere ufficializzati entro sabato (al momento questa è la data che potrebbe anche cambiare). E proprio in Senato a partire dalla minoranza Pd, ma anche Lega, Forza Italia e M5S voglionno provare ad ottenere sia miglioramenti alle norme presentate attuali che portare nuovi piani e metodi per uscire prima mentre ci si aspetteva che questi arrivassero alla Camera. E secondo le indicazioni dovrebbe essere presentato un piano nuovo inedito basato su quota 100 e mini pensioni anche se il Ministro del Lavoro due giorni fa lo avrebbe già bocciato in partenza nell'ottica di poterlo fare subito. Ma l'idea di base sarebbe quello di provare ad inserirlo come metodo sperimentale così da poterlo farlo passare con fondi ben determinati in modo tale che la Ragioneria se questi fondi ci sono non potrebbe negarli. E coperture in più potrebbero arrivare dall'Ue per la questione immigrazione ed esserendo un metodo sperimentale si parlerebbe di poche centinaia di milioni di euro. Potrebbero aderire in pochi, ma almeno si crerebbero un importante precedente, quasi storico si potrebbero dire

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 12,20 oggi venerdì Ottobre): Si chiude oggi venerdì 30 ottobre una settimana tra alti e bassi per le novità sulle pensioni che sono rimaste centrali tra tante ultime notizie e ultimissime notizie. E la settimana entrante non sarà da meno, quando si entrerà nel vivo della discussione in Senato che si dovrebbe protrarre fino a metà Novembre secondo il calendario deciso l'altro ieri. Poi passerà alla Camera e ancora al Senato per essere approvata entro la scadenza di fine anno. Sicuramente nei prossimi giorni c'è da attendersi l'ennesima riunione della Commissione dove si spera si deciderà qualcosa di concreto finalmente, la formalizzazione dei primi emendamenti che poi vedremo nel concreto quali sono già sicuri e quali probabili, la riunione tra l'esecutivo e la maggioranza e minoranza del Partito Democratico fissato martedì e poi ancora una continuazione delle trattative, e forse, una qualche risposta in più sui maggiori fondi dell'Ue se ci saranno dati o meno anche se una risposta finale appare difficile seppur condizioni molto le scelte, anche delle pensioni, del Governo (nelle prossime news e aggiornamento vedremo gli emendamenti ufficiali e ufficiosi e ulteriori novità per le pensioni per la settimana prossima)

NOVITA' PENSIONI ULTIMA ORA NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11,12 oggi venerdì Ottobre): abbiamo visto come tutti gli indicatori economici e i numeri negativi sulla previdenza indicano che le novità per le pensioni sono urgenti e importanti. E oggi venerdì 30 ottobre è uscita una nuova analisi, un nuovo rapporto chiamato Social Index in cui l'Italia è l'ultima nel mondo. E uno studio ufficiale che conferma tutte le ultimimissime e ultime notizie da tutti ormai acclarate, ma dove nessuno fa niente di concreto. Il blocco dell'uscita fa male in tutti in sensi, ai cosidetti anziani e ai giovani con costi assurdi per sussidi che poi ce ne sono pochi e che spesso non risolvono problemi diretti. E le ripercussioni per l'economia, la fiducia, i consumi e l'occupazione sono davvero sotto gli occhi di tutti. Per tutti i dettagli vi rimandiamo al paragrafo sottostante.

Recenti dati e numeri su stato di salute delle pensioni e della condizione di vita dei giovani confermano l’urgenza di mettere a punto novità pensioni per cambiare l’attuale sistema pensionistico, mentre restano confermate le nuove modalità di pagamento del Canone Rai 2016 in bolletta elettrica e anche a rate. Novità ancora in arrivo per il regime dei minimi per titolari di Partita Iva con ritorno alle vecchie aliquote.

Pensioni: Nella classifica del Social Justice Index, l’Italia è tra le ultime classificate. Secondo quanto emerge, infatti, soffrono nel nostro Paese le nuove generazioni per cui, tra l’altro, si potrebbe prospettare un futuro anche peggiore, giacchè, viste le attuali condizioni precarie di lavoro, i giovani di oggi potrebbero diventare i poveri pensionati di domani. E mentre nulla si fa per migliorare questa previsione, i pensionati vengono invece tutelati e sostenuti da una politica economica a loro vantaggio, nonostante la recessione. Seppur, infatti, vi sono pensione fasce di pensionati costretti a vivere con assegni davvero da fame, è anche vero che in generale la loro condizione, rispetto a quella dei ragazzi di oggi è certamente migliore. Dal Social Justice Index emerge che la percentuale media dei ragazzi a rischio povertà ed esclusione sociale è aumentata dal 2007 passando dal 26,4 al 27,9%, mentre nella fascia di popolazione over 65 lo stesso valore si è ridotto dal 24,4 al 17,8%. Inoltre, secondo un sondaggio contenuto nel Rapporto Ilo 2015 sui giovani, presentato oggi in Cgil, il 99% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni intervistati si dichiara pessimista sulle prospettive del mercato del lavoro, mentre il 55% si dice pronto a emigrare alla ricerca di migliori opportunità occupazionali.  Si tratta di numeri che riportano chiaramente l’urgenza di revisione del sistema dei sussidi e soprattutto delle norme previdenziali attuali, permettendo ai lavoratori più anziani di lasciare il lavoro prima, anche a fronte di penalizzazioni, e creare nuovi posti di lavoro per i più giovani, attualmente disoccupati. Si tratterebbe di un meccanismo che, oltre a rilanciare l’occupazione, rilancerebbe anche consumi, sia per i pensionati che per i giovani, e, di conseguenza, l’economia in generale.  Per realizzare questo sistema è però necessario tornare a discutere di quei piani di prepensionamento, per tutti, su tavolo del governo da mesi in modo da definirne uno che possa finalmente entrare in vigore in maniera universale, andando oltre le diverse soluzioni parziali messe a punto finora e ogni altra soluzione tampone. Bisognerà capire quale tra quota 100, mini pensione, contributivo, o piano ibrido Renzi-Boeri e nuovo metodo della Commissione basato su quota 100 e penalizzazioni differenziate sia il più conveniente sia per i lavoratori che in termini di impiego e risparmi di risorse economiche.

Riforma Canone Rai in bolletta: Dal 2016 il Canone Rai costerà  100 euro, sarà inserito nella bolletta elettrica, e si pagherà solo sul possesso di un televisore. Si paga il Canone Rai solo sulla prima casa e non sarà dovuto sulla seconda casa e potrà essere versato a rate, suddiviso anche in sei rate del valore di 16,66 euro, per un totale di 100 euro l'anno, e il versamento interesserà solo le utenze elettriche domestiche, per cui ne sono escluse quelle industriali e commerciali, e riguarderà solo la residenza. Dovranno pagare sia i proprietari delle prime case sia gli affittuari, cioè tutti coloro che hanno spostato la residenza uscendo dallo stato di famiglia dei genitori. Esonerati, invece, dal pagamento del Canone Rai gli over 75 e gli invalidi degenti in case di riposo. Ma non solo: sono esonerati dal pagamento del Canone anche i militari delle Forze Armate Italiane, ma l’esenzione è prevista solo per ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate, mentre la detenzione del televisore all’interno di un alloggio privato, anche se situato dentro le strutture militari, prevede il pagamento del canone. Esenti dal pagamento anche i militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari, rivenditori e riparatori TV.

Indulto e amnistia: Continuano i problemi delle strutture penitenziarie che continuano ad essere sovraffollate, mentre in Parlamento non si arresta la discussione sulle misure di indulto e amnistia. L’ultima denuncia sulla drammatica situazione carceraria è arrivata dalla Cgil per il carcere di Brescia, dove si sarebbe verificato un altro tentato di suicidio di una detenuta, il secondo in una settimana. La donna con problemi di tossicodipendenza e psichiatrici è stata portata dal personale di Polizia penitenziaria d’urgenza in infermeria. La Cgil ha denunciato “dopo le varie e quotidiane risse tra detenute, vari e tanti atti di autolesionismo adesso si è passati ai tentativi di suicidio, la situazione è divenuta davvero critica ed esplosiva”.

Riforma Partita Iva nuovi minimi: La Manovra Finanziaria 2016 arrivata in Parlamento prevede ancora per il regime dei minimi per i titolari di Partita Iva. Sembra che il governo abbia fatto un nuovo passo indietro sul regime forfettario introdotto l’anno scorso e il nuovo regime dovrebbe essere una sorta di mix tra il vecchio regime dei minimi e il regime forfettario della Legge di Stabilità. Il nuovo regime prevede, infatti, il ritorno ad un’aliquota del 5% su guadagni fino a 30mila euro e per i cinque anni di attività, dopodiché la tassazione salirà al 15%. Per le partite Iva senza cassa, l'aliquota contributiva per l'Inps è stata bloccata fermata al 27,72%, dall’innalzamento graduale previsto fino al 33,72%. L’aliquota forfettaria vale fino a quando si mantengono i requisiti di reddito e, per il calcolo dell’imponibile, si applicano ai ricavi coefficienti diversi per ogni categoria. In particolare, la soglia di guadagno fissata per i professionisti è 30mila euro, mentre il precedente tetto era a 15mila euro; stessa soglia anche per artigiani e imprese, il cui tetto era precedentemente fissato a 20mila euro; 50mila euro, da 40mila, per i commercianti; 50 mila euro anche per alberghi e ristoranti; 40mila euro anche per ambulanti di alimentari e bevande; 30mila euro per ambulante di altri prodotti. Prevista l’aliquota al 5% anche per le start-up, prima soggette all’aliquota del 10%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il