BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti personali con o senza busta paga: migliori offerte novembre 2015 per tassi di interessi e condizioni

Ecco come varia il mercato dei prestiti personali nel mese di novembre 2015 per lavoratori autonomi e dipendenti a tempo indeterminato.




Quali sono le migliori possibilità di prestito personale nel mese di novembre 2015 sia che si riceva o meno una busta paga? Nel caso di richiesta di un importo di 5.000 euro, restituibile in 36 mesi, da parte di libero professionista romano di 35 anni, la rata mensile con Fiditalia è di 157,84 euro. Il prestito è pensato per lavoratori privati con anzianità lavorativa di almeno 2 anni. L'importo finanziabile varia da 3.000 a 30.000 euro con durata variabile da 24 a 84 mesi. Per richieste di importi fino a 8.000 euro la dilazione massima è di 60 mensilità. Per quanto riguarda i costi, il Tan è all'8,50%, il Taeg al 9,19%, a cui vanno aggiunte l'imposta di bollo di 16 euro, addebitati sulla prima rata, le spese annuali di 3,2 euro e le spese assicurative facoltative, pari a 0,08% per il capitale finanziato per la durata del finanziamento per durate superiori.

Il cliente può decidere se pagare le proprie rate il giorno 5, 15 o 28 del mese. E ancora: l'indennizzo per estinzione anticipata non può superare l'1% dell'importo rimborsato in anticipo, se la vita residua del contratto è superiore a un anno, ovvero lo 0,5% se la vita residua del contratto è pari o inferiore a un anno. I documenti richiesti per avviare la pratica sono la fotocopia del documento d'identità e codice fiscale, ultime tre buste paga per i dipendenti; ultimo modello unico i lavoratori autonomi; cedolino pensione per i pensionati, fotocopia di un'utenza domestica. La disposizione di bonifico è prevista entro 48 ore dalla ricezione del contratto e corredato dei documenti accessori.

Un'altra soluzione viene proposta da Rataweb, con cui la rata mensile è di poco superiore: 158,07 euro. Tan al 8,60% e Taeg al 9,23%, il prestito è destinato a privati con documentazione di reddito dimostrabile. L'importo finanziabile varia da 3.000 a 30.000 euro per una durata da 12 a 84 mesi. Anche in questo caso occorre mettere in conto 16 euro di imposta di bollo, addebitati sulla prima rata e 2 euro di spese annuali. L'indennizzo per rimborso anticipato è pari all'1% se la vita residua del contratto è superiore a 1 anno, altrimenti allo 0,5%. Se il richiedente è coniugato viene preferibilmente richiesta la firma del coniuge. Il cliente riceve eventualmente il bonifico sul proprio conto corrente.

Aumenta il ventaglio delle possibilità se a richiedere la somma è un lavoratore con contratto a tempo indeterminato con un guadagno fisso e costante nel tempo. Si aggiunge infatti la proposta di Smartika: rata da 159,46 euro al mese per via di Tan fisso al 6,50% e Taeg al 9,60%. Più precisamente, il Tan è al 5,50% per durate pari a 12 mesi, al 5,30% per durate fino a 24 mesi, al 6,50% per durate fino a 36 mesi, al 7,10% per durate superiori. Se l'importo finanziabile varia da 1.000 a 5.000 euro, le spese di istruttoria pratica sono pari al 2,50% dell'importo richiesto per durate fino a 36 mesi, al 2,75% per durate superiori con un minimo di 40 euro. Non ci sono spese mensili per durate fino a 12 mesi e di 2 euro a ogni rata per durate superiori.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il