BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie al posto piano inedito quota 100 e mini pensioni novità formula nuova contributivo donna per tutti

Nuovo contributivo donna con mini pensione per cambiare attuale legge al posto di quota 100: come si continua a lavorare per ulteriori provvedimenti pensionistici




Il sistema del contributivo donna con mini pensione e da estendere anche agli uomini al posto del nuovo metodo presentato qualche giorno fa di uscita con quota ed erogazione di mini pensione: questa la novità emersa in questi ultimi giorni che potrebbe cambiare l’attuale legge pensioni. Ma andiamo con ordine: da domani, martedì 3 novembre, inizieranno una serie di incontri tra governo e maggioranza, gruppi parlamentari, Commissioni, per la definizione di ulteriori provvedimenti sulle pensioni da approvare preferibilmente entro la fine dell’anno, cioè con il via libero definitivo alla nuova Manovra Finanziaria entro il 31 dicembre 2015.

Le nuove proposte in discussione sono come sempre tantissime ma tra queste si sta cercando di concentrarsi su quelle più fattibili, sostenute da tutti, opposizione compresa, e che soprattutto non richiedono l’impiego di ulteriori fondi, altrimenti si correrebbe il rischio di un nuovo blocco da parte della Ragioneria di Stato. Tramontata, o quasi, per il momento l’ipotesi del piano ibrido Renzi-Renzi, combinazione dei sistemi di quota 100, mini pensione e contributivo, che sarebbe comunque a costo zero per lo Stato e completamente a carico dei cittadini, qualche giorno fa la Commissione Lavoro ha messo a punto un nuovo metodo.

Questa novità si baserebbe sul meccanismo di quota 100 con erogazione contestuale di una mini pensione che servirebbe per alleggerire le penalizzazioni previste. Queste penalizzazioni potrebbero poi essere modulate in base a tipo di lavoro svolto ed età in cui si decide di lasciare il lavoro. Sarebbe un piano sperimentale, da definire ancora nei dettagli finali, che potrebbe essere esteso solo se i risultati della prima fase di applicazione risultassero positivi. Poiché si attende ancora il parere su questa nuova proposta, per rendere più semplice l’approvazione di una novità, negli ultimissimi giorni si è deciso di virare verso un contributivo donna modificato.

Si tratterebbe cioè di cambiare in parte questo sistema, prevedendo, contestualmente ai forti tagli che si applicherebbero di circa il 25, 30% per chi decide di andare in pensione prima, l’erogazione di una mini pensione che, esattamente come nel piano precedente, servirebbe per rendere meno pesanti le decurtazioni finali. Ma sarebbe una novità da estendere anche agli uomini, come paventato mesi fa. In questo caso, secondo molti, potrebbero esserci più possibilità di approvazione anche se, nel caso in cui così non fosse, si spinge per una legge delega che impegni il governo a riprendere subito la discussione sulle pensioni, per garantire una certezza in più ai cittadini.


 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il