BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità ufficiali alcuni emendamenti, i sospesi e i cancellati mini pensioni, quota 100,riforma fisco: ultime lunedì oggi

Siamo nelle fasi conclusive della presentazione degli emendamenti sulla novità delle pensioni, E si va verso grandi passi verso la una prima riforma delle tasse e una ulteriore per le partita iva




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8,10 oggi lunedì 9 Novembre): Saranno presentati oggi lunedì 9 Novembre i nuovi emendamenti dell'esecutivo tra cui quelli per le novità delle pensioni che cercheranno di raccogliere alcune delle indicazioni emerse dagli incontri e sedute della scorsa settimana. Come si è visto dalle ultime notizie e ultimissime dei paragrafi sotto alcuni emendamenti sono certi e ufficiali, altri al momento ancora in fase di discussione e probabilmente sospesi almeno in questo momento, se non addirittura proprio cancellati. Dopo quelli dell'esecutivo, vi sarà una analisi di ammissabilità tra oggi e domani su tutti i circa 3500-3600 emendamenti presentati per poi iniziare tra circa due giorni la prima discussione in aula.

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 19,28 oggi domenica 8 Novembre): Una altra novità delle pensioni tra gli emendamenti a tema molto attesi è quello del metodo sperimentale da attuare subito che secondo alcun ultime notizie potrebbe anche non essere presentato, se l'emendameno della mini pensione combinato con l'assegno universale dovesse andare in porto come abbiamo riportato tra le ultimissime notizie di oggi domenica 8 Novembre. Il problema è che questo progetto servirebbe più per chi non ha lavoro e non per uscire prima e lascirebbe insoddisfatti chi ha una occupazione ma vorrebbe uscire prima dal lavoro con i contributi maturati. A questo punto, sembra che tutti i partiti, compreso buona parte del Pd, considerano la stafetta ibrida presentata come insufficiente anche perchè vi sono già tre tipologie di staffette disponibili tra privato e pubblico ma che nessuno utilizza nè lavoratori nè imprese perchè non abbastanza convenienti. Ora, il nuovo emendamento che si vorrebbe realizzare è basato sul miglioramento della staffetta sostenziale unendo tutte tre le tipologie attualmente esistenti e facendo una nettamente migliore oppure combinare quota 100 con la mini pensioni o il contributivo donna esteso all'uomo ma sempre con la mini pensioni per attenuare i costi da sostenere per il pensionando. E quota 100 sarebbe anch'essa diversa perchè con un età più alta (64 anni invece di 62 e proibailmente con penalità più alte mitigate appunto della mini pensioni

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 17,10 oggi domenica 8 Novembre): Tra i cambiamenti per quanto riguarda le novità sulle pensioni a brevissimo che al momento mancano vi sono quelli delle legge deroga che seppur è stata richiesta ufficialmente all'esecutivo da inserire come collegato, al momento non si è fatto nessun emendamento ufficiale. Stando alle ultime e ultimissime notizie, l'idea è quella di aspettare di capire se l'esecutivo la inserirà solo attraverso questo atto di richiesta. Se così non fosse si proverà a fare un emendamento ufficiale alla Camera. Sarebbe davvero importante insere un Dl del genere in quanto, come abbiamo più detto, costringerebbe l'esecutivo a dover lavorare sul tema in tempi e punti prestabiliti, affrontando i macro temi decisi con i partiti come accaduto per la riforma della scuola, del lavoro e ora della PA. 

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 13,39 oggi domenica 8 Novembre): Oltre all'emendamento sulla sorta di assegno universale-mini pensioni, tra le novità per le pensioni ad oggi domenica 8 Novembre ufficiali vi è quello del contributivo donna per includere le donne che hanno maturato i diritti. Non si parla di una proroga donna, perchè si vorrebbe unire al metodo "in prova" che al momento è, però, ancora in via di definizione in diversi emendamenti proposti (si cerca anch'essi di unirli insieme per definirne uno solo). E, in base alle ultime e ultimissime notizie per fare questo si vuole cancellare anche la staffetta ibrida come concepita dall'esecutivo. Vi è, poi, un emendamento per cancellare le penalizzazioni anche per l'anno degli usuranti e precoci e per cancellare i tagli per il fondo dedicati a questi ultimi. Vi è anche un emendamento per anticipare la cancellazione delle tasse da subito e non l'anno prossimo. Questi sono quelli ufficiali, ne mancano altri del tutto che erano previsti e altri ancora sono in fase di definizione. Li vedremo nelle prossime news e aggiornamenti

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 10,19 oggi domenica 8 Novembre): Iniziamo, dunque, il lungo excursus sgli emendamenti per le novità sulle pensioni che sono una buona maggioranza insieme a quelli per la riforma PA, forze dell'ordine per lo sblocco e aumento contratti, il Canone Rai in bolletta 2016, Imu e Tasi. Interresante che secondo le ultime e ultimissime notizie il Movimento 5 Stelle con circa 500 emendamenti presentati ha aperto le porte ad una serie di accordi sulle pensioni in modo particolare per l'assegno universale. E proprio un emendamento in questo senso sui cui potrebbe confluire tra domani e dopodomani questo del M5S prevede un assegno per tutti i lavoratori sopra ad una certa che si trovano senmza lavoro a 3-5 anni dalla pensioni (l'età non viene indicata) di circa 800 euro realizzato però con l'idea del prestito pensionistico. Ovvero è una somma anticipata dall'Istituto previdenziale che, poi, verà restituito man mano dal lavoratore quando andrà in pensione. Mancano diversi dettagli da discutere su età per fare la richiesta e se c'è una sorta di quoziente familiare. (nelle prossime news e aggiornamenti vedremo gli altri emendamenti e se ci sono novità e ultime notizie su questo)

NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 8,44 oggi domenica 8 Novembre): Tanti e numerosi sono gli emendamenti per le novità delle pensioni arrivati fino oggi domenica 8 Novembre. Come riferito nelle ultime notizie e ultimissime verranno esaminati da lunedì 9 Novembre, ma non è ancora la lista ufficiale in quanto si stanno ancora cercando di trovare una sintesi tra quelli simili anch di partiti differenti come Pd o lo stesso Movimento 5 Stelle. Anche perchè sono oltre 3500 quelli presentati e mancano ancora quelli dell'esecutivo. Tra i più numerosi vi sono quelli delle pensioni di tutti i partiti che andremo a vedere nel dettaglio, seppur ancora non ufficiali, negli aggiornamenti e news delle prossime ore.

Dalle ultime notizie aggiornate a oggi domenica 8 novembre 2015, emerge come le prossime novità sulle pensioni potrebbero arrivare dagli emendamenti alla manovra 2015.

Pensioni. Dipendesse dalla minoranza del Partito democratico, l'attuale legge previdenziale verrebbe stravolta. Le novità più probabili saranno invece moderate e potrebbero passare sotto forma di emendamenti alla manovra 2015. Per quanto riguarda il contributivo donna, ad esempio, viene chiesto il superamento della distinzione tra lavoratrici autonome e dipendenti o la fine del regime sperimentale così da rendere strutturale questa misura. Stando alle regole in vigore il ritiro sarebbe possibile a 57 anni e 3 mesi di età con 35 anni di contributi per le dipendenti o a 58 anni e 3 mesi per le autonome.

Che questo sia il momento migliore per intervenire sulle pensioni è dimostrato anche dai primi segnali di ripresa economica e dalla necessità di favorire il ricambio generazionale. Ammonta al 12,2% la disoccupazione in Italia nel 2015 secondo le ultime stime della Commissione europea. All'11,8% è invece la quota stimata per l'Italia da Bruxelles per il 2016. Da qui la previsione di intervenire via emendamento su quella staffetta ibrida poco convincente contenuta nella manovra 2015. Tanto per avere un confronto su quanto accade al di fuori di questi confini, è all'11% il tasso di disoccupazione dell'eurozona nel 2015. Per il 2016 passa dal 10,5% della precedente stima al 10,6%.

Riforma partita Iva. Le principali agevolazioni per le partite Iva ordinarie vanno nel segno della maggior tutela anche nei confronti dei committenti che non pagano nei tempi concordati. Cambiano le regole sul regime dei minimi delle partite Iva che confluisce in quello unico forfettario: potranno aderire i lavoratori autonomi che, in base al tipo di attività e nel corso dell'anno, non hanno superato i limiti di fatturazione previsti, mediamente fissati a 30.000 euro. L'aliquota applicata è al 5% per i primi cinque anni. Confermata la cancellazione dei limiti di durata e di età.

Incontro Cina-Taiwan. Domani sabato 7 novembre 2015 è in programma lo storico incontro tra Cina e Taiwan. Uno davanti all'altro ci saranno il presidente della Cina comunista Xi Jinping e il taiwanese Ma Ying-jeou. Il riavvicinamento tra i due Paesi, dopo la guerra civile a la separazione di 66 anni fa, inizierà dall'incontro di Singapore. Ma la decisione non sta incontrando pareri unanimi all'interno dei due Paesi.

Riforma tasse. Il governo va dritto per la sua strada che prevede la cancellazione dell'Imu sulla prima casa e della Tasi per tutti. Dal 2017 punta all'abolizione dell'Ires. A convincerlo sono i segnali di ripresa economica e dall'allontanamento della deflazione, la diminuzione generalizzata del livello dei prezzi. Si verifica quando il tasso di inflazione scende sotto lo zero. La deflazione permette di comprare più beni e servizi con gli stessi soldi, ma gli economisti la temono perché aumenta il valore reale dei debiti, può aggravare la recessione e condurre a una spirale deflazionistica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il