BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità dettagli e precisazioni INPS progetto mini pensioni,anticipate, quota 100,riforma vaccinazioni: ultime lunedì oggi

Ulteriori dettagli e novità del progetto Inps per rivedere le pensioni, riforma vaccinazioni, borse di studio e problemi ancora per la mancanza dell’acqua a Messina




Si chiude un’altra settimana decisamente interessante per le pensioni e si attendono tra oggi lunedì 9 Novembre e i prossimi giorni ulteriori novità per le pensioni mentre il progetto dell'Istituto Previdenza si rivela ancora meglio. Tra le ultimissime e ultime notizie tornano a riferire dell’emergenza acqua a Messina. E poi, scatterà o no l’obbligo di vaccinazione per i bambini a scuola?

Pensioni quota 100, mini pensioni: Si chiude un’altra settimana decisamente interessante per le discussioni pensioni: tante le nuove proposte e diversi anche gli emendamenti che potrebbero essere presentati di miglioramento alle novità già approvate nella nuova Manovra, da proroga del contributivo donna a staffetta ibrida per gli over 63, all’aumento della no tax area per i pensionati over 75. Ma tra le ultime novità spicca certamente il nuovo progetto pensioni ripreso dal presidente dell’Inps che, dopo le misure già presentate lo scorso luglio, torna a ribadire l’urgenza di mettere in atto diversi provvedimenti. I punti annunciati prevedono sistema di uscita prima per tutti a 63 anni con penalizzazioni che possono arrivare ad un massimo del 10%; assegno universale per gli over 55 a partire da 500 euro e da calcolare in base alla composizione del nucleo familiare; ricalcolo e contributo di solidarietà sulle pensioni più elevate, di 5mila euro lordi, con tagli ai vitalizi dei politici; e revisione delle prestazioni sociali, con netta divisione tra spesa assistenziale e spesa previdenziale. Secondo il presidente dell’Inps, infatti, è vero che i provvedimenti costerebbero allo Stato meno di un miliardo di euro nel primo anno, meno di quattro dopo tre o quattro anni, ma è anche vero che nel medio-lungo periodo riuscirebbero ad assicurare vantaggi in termini di risparmi. Dopo gli ultimi dati allarmanti sulle truffe perpetrate ai danni dell’Inps, misure che dovrebbero sollecitare cambiamenti ulteriori nella nuova Manovra,  se nulla fosse fatto e non fosse nemmeno inserita nella Manovra una legge delega per obbligare il governo a riprendere le discussioni sulle pensioni nel 2016 in tempi certi, è possibile che Boeri si dimetta, esattamente come fatto dall’ex commissario della spending review Cottarelli.

Riforma vaccinazioni: Via libera dalla conferenza delle Regioni all’obbligo di vaccino presentato dal ministero della Sanità e che potrebbe essere inserita già nel piano sanitario 2016-2018. Il presidente della conferenza delle Regioni Chiamparino ha dichiarato cge “Adesso bisogna valutare priorità e sostenibilità finanziaria. Per trovare i fondi necessari sarà avviato un tavolo con il governo”.  Il testo sull’obbligo di vaccinazione prevede ‘la protezione degli individui e delle comunità, con misure correlate, come, ad esempio, l’obbligo di certificazione dell’avvenuta effettuazione delle vaccinazioni previste dal calendario per l’ingresso scolastico’. Servirà dunque una legge specifica per vietare l’ingresso a scuola ai bambini non vaccinati ma c’è tutta l’intenzione di farla. Mentre il direttore generale della Prevenzione sanitaria, Ranieri Guerra, che invece ha ammesso che la possibilità di arrivare ad una sospensione della convenzione per quei medici che parlano male di una pratica che viene raccomandata dal Servizio sanitario, il ministro della Salute Lorenzin smentisce le ipotesi di radiazioni o di sanzioni vere e proprie nei confronti di chi è contro le vaccinazioni.

Blocco acqua Messina: Continua l’emergenza idrica a Messina proprio quando sembrava risolta. ll grave dissesto idrogeologico della collina di Calatabiano in cui è ricaduta la condotta del Fiumefreddo ha fatto scattare un nuovo blocco della fornitura d’acqua in città. Dopo i recenti interventi dell'Esercito che sembravano aver ripristinato l'acqua in città, un nuovo crollo della condotta di Fiumefreddo, a Calatabiano ha rimesso in ginocchio la città, con i residenti quasi pronti alla rivolta. E tornano a farsi sentire i venditori abusivi di acqua potabile con prezzi che arrivano a 25 euro per una tanica da 25 litri.

Riforma borse di studio: Il nuovo Isee 2015 ha cambiato il volto dell’erogazione delle borse di studio agli studenti universitari. I dati in merito ma anche sulle mancate borse di studio erogati sono decisamente avvilenti: i 5.000 euro, cifra massima, che alcune regioni versano ai meritevoli con un assegno e altre erogano in servizi, non vengono assegnati da troppo tempo per mancanza di fondi, a chi ne ha diritto: nel 2013-2014 ne hanno beneficiato 137.487 studenti, uno ogni dodici iscritti; in Calabria e Campania un meritevole su due non ha percepito borsa. Ad aggravare la situazione quest’anno le regole del nuovo Isee, l’indicatore della situazione economica equivalente, che molto spesso includendo redditi in più rispetto agli anni precedenti non permettono a tanti studenti di accedervi pur non essendo cambiate le loro condizioni economiche. E a causa di questi nuovi problemi, le domande di borse di studio solo in Piemonte sono state 270 in meno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il