Italia, cala fiducia consumatori per situazione economia

L'indice destagionalizzato della fiducia dei consumatori è sceso a maggio a 104,4 dal 104,8 di aprile a causa delle valutazioni negative degli intervistati sulla situazione economica dell'Italia



L'indice destagionalizzato della fiducia dei consumatori è sceso a maggio a 104,4 dal 104,8 di aprile a causa delle valutazioni negative degli intervistati sulla situazione economica dell'Italia.

Il risultato è sostanzialmente in linea con il sondaggio Reuters che indicava una flessione a 104,5.

Il dato è fornito dall'indagine congiunturale condotta da Isae secondo la quale l'indice core della fiducia dei consumatori, corretto per i fattori erratici, è rimasto sostanzialmente stabile a 104,5 dal 104,6 di aprile.

Il dato grezzo è salito in maggio a 105,7 dal 104,8, ai massimi dal settembre 2003.

Secondo Isae il dato destagionalizzato, pur in calo su mese, "è comunque su valori medi superiori a quelli medi del primo trimestre".

Le valutazioni tra quadro personale e situazione economica generale sono decisamente discordi: nel primo caso l'indice sale a 115,3 (da 112,1), sui massimi dall'aprile 2003, nel secondo scende da 89,8 a 84,4 il minimo degli ultimi 12 mesi.

Secondo Isae, il più favorevole giudizio sulla situazione personale è da attribuire a migliori possibilità di risparmio e a una maggiore convenienza all'acquisto di beni durevoli. Il calo dell'indice sul quadro economico generale è, invece, influenzato soprattutto da un peggioramento delle attese sulla disoccupazione.

Gli intervistati esprimono poi opinioni più favorevoli sul quadro corrente, mentre le attese a breve termine sono improntate a una maggiore cautela.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il