BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie cambia ancora nuovo metodo da far approvare subito. Si ragiona su assegno universale con mini pensioni

Nuovo metodo assegno universale con mini pensione per cambiare le pensioni attuale: ultime notizie ed emendamenti ancora possibili




Forze politiche e sociali continuano ad insistere per l'approvazione di ulteriori novità pensioni in vista dell'approvazione della Manovra 2016. Cgil, Cisl e Uil chiedono più risorse ribadendo che le novità pensioni già approvate non danno “risposte alle rilevanti ingiustizie ed iniquità presenti nel sistema previdenziale” e le ultime notizie confermano la posizione di diversi partiti politici che spingono sempre e ancora per cambiare le attuali norme previdenziali.

Ma i metodi nuovi da approvare subito di cui si è parlato nei giorni scorsi, vale a dire sistema basato su quota 100 con mini pensione ed estensione del contributivo donna anche agli uomini e sempre con mini pensione per alleggerire le penalizzazioni previste, e che sarebbero decisamente elevate, potrebbero essere sostituiti da un nuovo metodo. Si tratta di un emendamento che prevederebbe l’introduzione dell’assegno universale per coloro cui mancano dai 3 ai 5 anni al raggiungimento della pensione finale ma che perdono il lavoro, per cui rischiano di rimanere senza stipendio e senza lavoro. L’assegno sarebbe di circa 800 euro ma si baserebbe anch’esso sulla mini pensione.

Ciò significa che l’assegno verrebbe erogato sotto forma di prestito che il lavoratore dovrà poi restituire all’Inps una volta maturata la normale pensione richiesta. Non si sa ancora, tuttavia, come si potrà fare domanda per questo assegno e se sarà considerata la composizione del nucleo familiare. Si tratta di un metodo che sarebbe sperimentale nella sua prima fase di attuazione ma che non sembra piacere a molti che ritengono che questo sistema servirebbe più a chi non ha lavoro e non per uscire prima, lasciando pertanto insoddisfatti coloro che hanno un lavoro ma vorrebbero andare in pensione prima rispetto alla soglia oggi fissata.

Tutti i partiti, compresa buona parte del Pd, potrebbero pertanto trovare un accordo sulla staffetta ibrida presentata, riunendo le diverse tipologie di staffette esistenti tra privato e pubblico ma di cui nessuno, tra imprese e lavoratori, si serve perché non sono abbastanza convenienti. Il nuovo emendamento potrebbe, dunque, prevedere un sistema basato sul miglioramento della staffetta unendo tutte tre le tipologie attualmente esistenti e combinando quota 100 con la mini pensioni o il contributivo donna esteso all'uomo ma sempre con la mini pensione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il