BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola 2015-2016, Tfa Nuovo, Assunzioni nuove Fase C: indicazioni ulteriori nuove per chi, quando, come e problemi

Le ultime notizie tra prossimo ciclo del Tfa 2016 e nuovo concorsone della scuola mentre inizia da oggi la fase C del piano di stabilizzazione dei precari della scuola




Il 2016 potrebbe essere l’ultimo anno in cui si terrà Tfa per abilitazione all’insegnamento, secondo quanto annunciato dal ministro stesso dell’Istruzione Giannini. Dal prossimo anno, infatti, potrebbero essere attivati direttamente presso Università e Accademie percorsi di studio propedeutici all’insegnamento e specifici. Ormai certi i requisiti necessari per accedere al prossimo Tfa che prevedono: l’aver conseguito una laurea vecchio ordinamento e aver fatto esami necessari all’insegnamento; una laurea specialistica/magistrale riconosciuta e crediti necessari all’insegnamento; o aver conseguito un diploma Isef valido per l’insegnamento per il Tfa di Scienze Motorie; o titoli di studio non rientranti in quelli previsti dal d.m. 39/98 e 22/2005 ma ad essi equipollenti.

Al prossimo Tfa possono partecipare anche i congelati Ssis in soprannumero e i docenti di ruolo o già in possesso di abilitazione per una classe di concorso diversa da quella che intendono conseguire. Si attendono invece ancora chiarimenti effettivi e ufficiali dal Miur sui requisiti certi per acceder al concorso della scuola 2015-2016. Inizialmente si parlava di posti riservati esclusivamente ai docenti abilitati Tfa e Pas, ma, considerando quanto riportato nella nuova riforma della Scuola sulla partecipazione al nuovo concorso a tutti, anche ai semplici laureati e a chi è già di ruolo e con contratto a tempo indeterminato.

Il bando, intanto, è atteso entro la fine di novembre per 63.700 posti, suddivisi in 6.800 per la scuola dell’infanzia, 15.900 per la primaria, 13.800 per le medie e 16.300 per la secondaria di secondo grado. I restanti posti, 10.900 circa, saranno per gli insegnanti di sostegno e a quelli che rimasti dalla fase C della piano di stabilizzazione. Questa fase C di stabilizzazione dei precari della scuola, infatti, parte oggi, martedì 10 novembre. Dalle 16, infatti, il Ministero dell’Istruzione inizierà ad inviare 55mila proposte di assunzione via email. Le proposte permetteranno ai 55mila tra precari iscritti nelle graduatorie ad esaurimento (GaE) e idonei del concorso 2012 di poter finalmente entrare nel mondo della scuola.

I supplenti aspiranti docenti avranno tempo di accettare la proposta da oggi e fino alle 15:59 di venerdì 20 novembre e la mancata accettazione entro tale termine avrà gli stessi effetti della rinuncia, cioè la cancellazione da tutte le graduatorie ad esaurimento e del concorso 2012. Accettata la proposta, il contratto dei docenti avrà decorrenza economica dal momento del raggiungimento della sede assegnata mentre la decorrenza giuridica è fissata dal primo settembre 2015. Se, poi, al momento dell'assegnazione della sede si ha già in corso una supplenza annuale o fino al termine dell'attività didattica, si potrà raggiungere la sede solo al termine del contratto, cioè dal primo settembre 2016.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il