BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novitÓ cambiamenti ancora fattibili dopo eliminazione mini pensioni, quota 100, riforma aereoporti: ultime venerdý oggi

NovitÓ tra metodi nuovi di cambiamento pensioni ancora in discussione, nuove norme di lavoro negli aeroporti e riqualificazione area Expo




Cosa prevedono i nuovi metodi di cambiamento per le pensioni, novità possibili, fasi di discussioni differenti ma ancora ostacoli da superare. Le ultime notizie su come potrebbe cambiare lo spazio di Expo e progetti futuro destinati all’area e sulla frode nella produzione dell’olio extravergine di oliva.

Pensioni mini pensioni, quota 100: Dopo le misure pensioni approvate, sono stati messi a punto nuovi metodi per cambiare le pensioni che potrebbero finalmente essere approvati, anche se le ultime notizie confermano ancora una grande incertezza e resta sempre il timore che Commissione Finanza e Ragioneria di Stato possano ancora una volta bloccare tutto. I nuovi metodi di cambiamento delle pensioni che vanno avanti sono principalmente tre e sono: piano quota 100 in due versioni, cioè con l’uscita a 64 anni e non più a 60 e con penalizzazioni al 12%, o con l’uscita a 62 anni, ma con penalizzazioni più alte, del 20%-30%; l’estensione del contributivo donna anche per gli uomini che permetterebbe di andare in pensione a 62 anni con penalizzazioni alte o ricalcolo dell'assegno con metodo contributivo e in questo caso le alte penalizzazioni sarebbero alleggerite dalla mini pensione; e l'assegno universale con mini pensione, che prevede la possibilità di uscita tre anni prima per chi rimane senza lavoro con un assegno di circa mille euro che in parte dovrà essere restituito una volta maturata la normale pensione. Il sistema al momento più fattibile sembra quello dell'assegno universale, nonostante non si tratti di una soluzione di prepensionamento per tutti ma di un aiuto per chi perde il lavoro in età avanzata ma non può ancora andare in pensione. E’ tra le ipotesi più fattibili soprattutto per adeguamento al modello europeo, considerando che si tratta di una misura già in vigore in quasi tutti gli altri Paesi europei. Potrebbe, invece, essere eliminata la staffetta senza, però, un’alternativa valida. I nuovi metodi si preparano ad affrontare tre fasi: l'esame della Commissione Legislativa Costituzionale, l’esame della Commissione Finanza e il voto in Aula.

Riforma aeroporti: Continua a crescere l'allarme terrorismo e cambiano le norme di gestione e lavoro degli aeroporti. L'obiettivo è definire regole internazionali che tutti devono rispettare, a partire da monitoraggi costanti su ogni dipendente e sulle sue modalità di lavoro e controllo. Secondo alcune indiscrezioni, Aci (l’associazione internazionale degli aeroporti civili) e Icao (l’organizzazione internazionale dell’aviazione civile) starebbero lavorando per introdurre regole ancora più restrittive per i dipendenti degli aeroporti, forse pensando anche, come accade già nel Regno Unito, che ogni candidato presenti non solo il certificato del casellario giudiziale, ma anche le sue residenze negli ultimi sei anni, le circoscrizioni elettorali nelle quali ha votato, eventuali multe prese, possibili problemi con i pagamenti, insolvenze bancarie.

Olio oliva extravergine marche indagate: Sono accusati di frode in commercio i rappresentanti legali di una decina di aziende produttrici di olio extravergine di oliva che si è scoperto poi non essere poi così extravergine. I  laboratori delle agenzie delle dogane hanno esaminato campioni prelevati dai carabinieri del Nas e hanno verificato casi in cui l'olio, a differenza di quanto indicato, non era extravergine. Sette le note aziende nel mirino: Carapelli, Santa Sabina, Bertolli, Coricelli, Sasso, Primadonna e Antica Badia. Secondo Coldiretti, “Occorre fare al più presto luce per difendere l'olio, un settore strategico del Made in Italy con l'Italia che è il secondo produttore mondiale di olio di oliva dopo la Spagna con circa 250 milioni di piante su 1,2 milioni, con un fatturato del settore è stimato in 2 miliardi di euro con un impiego di manodopera per 50 milioni di giornate lavorative”.

Riforma Expo: Trasformare l'area di Expo 2015 in un centro di ricerca a livello mondiale. Il premier Renzi ha dichiarato l'Expo “può diventare per il governo un centro a livello mondiale che affronti insieme il tema della genomica e dei big data” e che “Il governo dà disponibilità se richiesto a dare il suo contributo con tutti gli strumenti a partire dalla Cdp e con fondi già dal cdm di venerdì, pronto ad investire 150 milioni l'anno per i prossimi 10 anni”, quantificando poi in 1.600 i ricercatori che potrebbero essere coinvolti nel progetto.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il