BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni nuovo pacchetto cambiamenti relatori presentato dopo cancellazione metodi nuovi, riforma Isee: novità oggi venerdì

Ulteriori cambiamenti per le novità delle pensioni sono ancora possibili, mentre si tratta anche per la riforma e lo sblocco contratti del pubblico impiego e nuove norme per esame di avvocato




NOVITA' PENSIONI ULTIME NOTIZIE (AGGIORNAMENTO ore 11,12 oggi venerdì 13 Novembre): Sarà presentato oggi venerdì un pacchetto di cambiamenti dai relatori della manovra dopo che le novità per le pensioni sono state sospese. Diciamo sospese, in quanto, dopo una trattativa tra i relatori e gli oppositori interni del Pd si è deciso di rimandare tutte le tematiche più importanti come le pensioni o il Canone Rai, Imu, tasi e taglio tasse alla Camera. Nel pacchetto dei 6 macro cambiamenti, in base alle ultime e ultimissime notizie ci dovrebbero essere, invece, le norme fiscali riviste per il sud come agevolazioni e nuovi investimenti economici, ma nulla a livello di pensioni salvo soprese dell'ultimima ora.

Nel nuovo progetto Inps presenti novità anche per lavoratori precoci nonostante le ultime notizie in merito sembrassero negative. Cambiano le regole per fare l’esame d’avvocato e

Pensioni: In pensione a 63 anni e 7 mesi di età con 20 anni di contributi e penalità sull'assegno finale da calcolare in base a diversi criteri ma entro il limite del 10%; eliminazione delle ricongiunzioni onerose; assegno universale a partire da 500 euro per gli over 55 in base alla composizione del nucleo familiare; contributo di solidarietà sulle pensioni più elevate, ma anche riorganizzazione di alcune prestazioni sociali dalla pensione sociale, alle maggiorazioni sociali per gli over 64, alla quattordicesima. Sono diverse le misure previste dall’Inps per rivedere pensioni e sistema previdenziale e, a differenza di quanto era stato detto nelle scorse settimane, c’è spazio anche per precoci e usuranti. Si era detto che, nonostante richiesto e auspicato da mesi, non vi è nel nuovo progetto Inps sulle pensioni alcun riferimento al piano di quota 41 proposto dalla minoranza Pd e che prevederebbe la possibilità per tutti di andare in pensione con 41 anni di contributi indipendentemente dall’età anagrafica, cosa che chiaramente sarebbe stata particolarmente vantaggiosa per i precoci che hanno iniziato a lavorare da giovanissimi. Nulla sulla quota 41, è vero, ma vi sono per coloro che hanno contribuzione accreditata prima del 18esimo anno di età. Secondo quanto riportato nel nuovo progetto dell’Inps, chi ha una contribuzione antecedente al 18esimo anno di età potrà andare in pensione prima senza l’applicazione di alcuna decurtazione sull’assegno pensionistico finale. Le nuove proposte dell'Inps toccano, dunque, a 360 gradi sistema previdenziale e assistenziale, considerando che è previsto, come detto, anche il riordino delle prestazioni collegate al reddito.

Riforma esame avvocati: Cambiano le norme di svolgimento dell’esame di avvocato: per il prossimo test che si svolgerà a dicembre, la prova scritta sarà inviata via Pec direttamente dal Ministero della Giustizia al massimo un’ora prima dell’inizio della prova, mentre per la prova orale, le domande saranno stabilite da un database attraverso un sistema informatico centrale controllato che estrarrà a sorte i quesiti da sottoporre al candidato. Si tratta di nuove norme stabilite dal Ministero della Giustizia per evitare che possano verificarsi nuovamente gli imbrogli accaduti durante gli anni e per rendere il concorso più trasparente per tutti.

Rinnovo contratti statali: La sentenza della Corte Costituzionale ha sbloccato i contratti del pubblico impiego ma la soluzione del governo è molto blanda. Il fondo di 300 milioni stanziato dal governo dovrebbe assicurare un aumento di appena 10 euro al mese, somma che chiaramente è stata fortemente contestata dai sindacati. Il ministro della P.A. ha spiegato, però, che gli aumenti non saranno uguali per tutti ma non sono chiari i metodi che saranno adottati e quali criteri saranno utilizzati per le distinzioni. Intanto si attende che la risoluzione della riduzione dei comparti, che da 12 passeranno a 4 con accorpamenti tra vari settori.

Riforma Isee: Il Ministero del Lavoro ha reso noto che nel primo semestre di quest'anno sono oltre due milioni i nuclei familiari che hanno presentato la Dsu, Dichiarazione sostitutiva unica, per la dichiarazione del nuovo Isee 2015, che ha creato, e continua a creare, non poche difficoltà a parecchie famiglie. A creare problemi, un Isee profondamente riformato e il modo in cui si richiede l’indicatore che non prevede più la presentazione di informazioni autocertificate, ma richiede la dichiarazione da parte di Inps mediante rilevazione automatica delle informazioni incrociate, tra dati Inps, bancari, dell’anagrafe tributaria, nei propri archivi e in quelli dell’Agenzia delle Entrate. Secondo il ministero del Lavoro, con questo nuovo Isee le richieste sono risultate più omogenee, senza alcun divario particolare tra Nord e Sud e le dichiarazioni sono più veritiere.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il