BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai in bolletta, Imu, Tasi, Partita Iva minimi, ristrutturazione casa, tasse: novità emendamenti passati, sospesi, bocciati

Sono tante le proposta di cambiamenti sulle principali questioni della manovra, dalle pensioni al canone Rai 2016 in bolletta.




Mentre è ancora in corso la partita sulle pensioni con una serie di novità che progressivamente stanno venendo meno per via dell'assenza di coperture economiche, la manovra continua a essere sottoposta a un bombardamento di richieste di cambiamento. C'è comunque una data da segnare sul calendario ed è quella del 20 novembre 2015. Entro venerdì della prossima settimana, l'esecutivo vuole chiudere la partita al Senato per poi concentrarsi sulla Camera. Lì lo scontro sarà ancora maggiore, in attesa di sapere se Bruxelles concederà risorse aggiuntive allentando i vincoli di stabilità.

Canone Rai in bolletta. Se l'inserimento dell'imposta nella bolletta della luce 2016 appare scontata, ci sono ancora due questioni sul tavolo delle discussioni. La prima è relativa alla rateizzazione del pagamento, rispetto alla quale la proposta è di prevedere due tranche, di 50 euro ciascuno, al posto del versamento tutto e subito prospettato da Palazzo Chigi. La seconda è sulle categorie da esentare che, alla luce delle stroncamento dell'annullamento dell'evasione del canone, potrebbero aumentare.

Imu, Tasi. Anche in questo caso, il percorso è stato tracciato: sì all'abolizione delle tasse sulle prime case, ma con due decisioni da prendere. La prima è la cancellazione anche sulle case in comodato d'uso ai parenti di primo grado, e dunque anche i figli. La seconda è sullo stop al pagamento a carico dei separati che hanno lasciato l'abitazione all'ex coniuge. Tra i cambiamenti prospettati c'è anche l'applicazione di un'aliquota tra Imu e Tasi non maggiore del 4 per mille sulle case in canone concordato.

Partita Iva minimi. C'è un aspetto che va monitorato con attenzione nel nuovo regime dei minimi delle partite Iva che di fatto viene assorbito in quello forfettario. Si tratta dell'applicazione dell'aliquota cotributiva per la gestione separata che, secondo il testo originario della manovra, prevede il blocco al 27% per tutto il 2016. Ma nel Milleproroghe era stato messo in conto un aumento. La situazione va dunque monitorata con attenzione da qui alla fine dell'anno.

Ristrutturazione casa. Raddoppia il tetto del bonus mobili per le giovani coppie. La detrazione verrà infatti calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro, contro i precedenti 8.000 euro. Lo prevede un cambiamento alla manovra approvato ieri in commissione Bilancio al Senato. Si fa presente che, a differenza delle norme in vigore fino alla fine di quest'anno, la detrazione Irpef vale anche per le coppie di fatto, ma la misura non coinvolge le case in affitto.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il