BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma immigrazione, Elezioni Roma, riforma agenda Internet: novità sabato oggi

Le ultime novità ad oggi tra cambiamenti pensioni, prossime elezioni della Capitale, e vertice per immigrazione




Dopo la concessione di nuovi fondi dall’Ue all’Italia, lunedì novità attese per eventuali cambiamenti da attuare con queste nuove risorse. Le ultime notizie sul vertice per l’immigrazione e nuovo fondo e sui candidati alla poltrona di sindaco di Roma.

Pensioni: Dopo i nuovi fondi per 3 miliardi di euro concessi dall’Europa all’Italia, lunedì 16 novembre in programma l’appuntamento con l’indicazione sull’uso di nuovi soldi per i diversi scopi. In base alle novità discusse, le nuove risorse potrebbero essere, infatti, impiegate per cancellare le clausole di salvaguardia coprendole direttamente con i soldi in più, per novità pensioni, approvando subito i nuovi metodi in prova, o, più probabilmente, per agire sul taglio delle tasse, soprattutto dell’Ires già dal 2016 senza attendere il 2017 come stabilito. I soldi impiegati dall'Italia dovranno essere dimostrati e c'è, chiaramente fermento, sulle voci a cui destinarli. Come detto, potrebbero essere diversi gli impieghi, molto, come sempre, dipenderà dalla volontà politica e da quali misure l'esecutivo considererà prioritarie. Seguendo questo ragionamento, le speranze di veder realizzate novità concrete sulle pensioni potrebbero essere poche dal momento che già in altre occasioni, avendo a disposizione soldi, l’esecutivo ha dimostrato di dare priorità ad altre questioni rispetto alle pensioni, e che autorevoli esponenti del governo, dal viceministro dell’Economia, allo stesso premier, al presidente dell’Inps sembrano aver rimandato ogni novità al prossimo anno. Oltre ai cambiamenti già passati, come cancellazione delle penalizzazioni per precoci e usuranti, staffetta ed estensione del contributivo donna, come da accordo tra relatori e contrari interni al Pd, i nuovi metodi che torneranno in discussione alla Camera, dove il testo approderà entro il 30 novembre, ci sono le due versioni di quota 100, l’allargamento del contributivo donna anche agli uomini e con mini pensione e introduzione dell’assegno universale sempre con mini pensione. L’accompagnamento della mini pensione in ogni caso servirebbe per alleggerire le penalizzazioni a carico del lavoratore che decide di uscire prima.

Riforma immigrazione: Entro lunedì 16 novembre gli Stati membri dovranno dare la loro disponibilità al processo di redistribuzione dei profughi da Italia e Grecia. In settimana si è tenuto a Malta il vertice tra vertici europei e paesi europei sull’emergenza immigrazione che sta affliggendo l’Europa. Dal vertice è emerso che non c’è tra paesi africani ed europei un accordo comune sulla gestione dei flussi migratori e ha confermato che i leader europei sono pronti a fare accordi con la Turchia per fermare l’arrivo in Europa di migliaia di migranti e profughi, provenienti dalla Siria e dal Medio Oriente. La Commissione europea ha anche lanciato un Fondo fiduciario di emergenza da almeno 1,8 miliardi di euro, destinato alla cooperazione con l’Africa. Il fondo prevede 1 miliardo di euro già stanziato, proveniente dal Fondo di sviluppo europeo, cui si aggiungeranno altri finanziamenti destinati alla cooperazione dai singoli stati che finora sono arrivati a 78 milioni di euro. L’Italia contribuirà con 10 milioni di euro, i Paesi Bassi hanno offerto 15 milioni di euro, mentre Grecia, Cipro e Croazia non contribuiranno. Il Fondo fiduciario di emergenza non è stato accolto con favore dagli stati africani

Elezioni Roma: Il presidente della Regione Lazio Zingaretti esclude ogni ipotesi di candidatura alla poltrona di sindaco di Roma. Stefano Fassina, con la sua Nuova Sinistra, si dice pronto a sostenere il candidato sindaco del M5S "se sul piano programmatico è più compatibile con la nostra idea di sviluppo di una città. Vogliamo stare sui programmi”. Verso il no alla candidatura anche Giorgia Meloni mentre tra i possibili candidati spiccano i nomi di Alfio Marchini e Fabrizio Barca, ma anche quello possibile di Maurizio Gasparri per Forza Italia.

Riforma agenda Internet:  Si continua a discutere di Internet e agenda digitale nell'attesa del prossimo IX EurDIG, piattaforma aperta alle discussioni informali sulle questioni di politica pubblica relative alla governance di Internet in tutta Europa. Secondo Scelta Civica, l'Italia deve lavorare per la crescita digitale e la Carta dei diritti in Internet rappresenta un passo per contribuire alla consapevolezza digitale delle istituzioni, per una migliore attività legislativa del Parlamento, considerando le sfide che il digitale apre per la tutela dei nostri diritti di cittadinanza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il