BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie nuove speranze cambiamenti subito quota 100, mini pensioni con ennesime trattative e modifica programma

Ancora trattative in corso per cambiare le pensioni ma le ultime notizie sono piuttosto contrastanti e difficilmente si potrà far qualcosa di concreto




Miglioramenti per Imu e Tasi e cancellazione delle tasse anche per le case date in comodato ai figli o comunque ai parenti di primo grado, ma anche possibili novità, a sorpresa, per le pensioni: oggi, lunedì 16 novembre, si continua a discutere tra relatori e Pd delle misure definitive che l'esecutivo ha intenzione di approvare. Molte cose comunque, come riferiscono le ultime notizie, potrebbero cambiare. Si discute, infatti, anche dell’ampliamento del fondo per lo sblocco dei contratti del pubblico impiego così come delle risorse da destinare alle Forze dell’ordine, soprattutto all’indomani degli ultimi eventi di Parigi che hanno sconvolto il mondo e che stanno imponendo un rafforzamento delle misure di sicurezza per cui servirà il necessario impiego di forze dell’ordine.

E’, tuttavia, una lunga lista di cambiamenti cui dedicarsi ma a calamitare l’attenzione continuano ad essere le pensioni, tra nuovi metodi in prova e misure già confermate come staffetta, cancellazione delle penalizzazioni per precoci e usuranti ma anche le singole iniziative già avviate in diverse città e regioni nonché in aziende private, come Luxottica, che dal primo dicembre prossimo avvierà già la staffetta per sostenere il turn over lavorativo a sostegno del rilancio dell’occupazione giovanile.

Le forze politiche continuano a sostenere la necessità di approvare uno dei metodi in prova presentato, da quota 100 con penalizzazioni ma forse senza mini pensione ad assegno universale con mini pensione. Ma bisogna ancora attendere indicazioni, che potrebbero arrivare sempre nella giornata di oggi, sull’impiego dei 3 miliardi di euro concessi dall’Ue al nostro Paese. Le ipotesi di uso di questi nuovi soldi, di cui si è discusso negli ultimi giorni, sono diverse e potrebbero, per esempio, essere usati per ridurre la tassazione già dal 2016 o per cambiare le pensioni, o per cancellare le clausole di salvaguardie.

Di certo c’è che l’impiego migliore sarebbe proprio quello per le pensioni, considerando che si tratta di fondi temporanei e che non verranno concessi subito, per cui sarebbe preferibile investirli i metodi di prova piuttosto che in un più ampio programma di abbassamento delle tasse, che poi dovrà essere definitivo. Le trattative continuano e probabilmente ulteriori novità potranno arrivare solo nel fine settimana, considerando il voto previsto per mercoledì.

E’ tuttavia difficile, nonostante speranze e necessità, che novità pensioni possano essere approvate in questi ultimi giorni, anche se vengono rilanciate. Se ci fosse stata la reale intenzione dell’esecutivo di agirvi, avrebbe potuto già recuperare le risorse necessarie, esattamente come fatto per permettere l’abolizione della Tasi sulla prima casa. Meglio, dunque, aspettarsi che tutto, ancora una volta, sarà rimandato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il