BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità ufficiali cambiamenti sospesi in riforma pensioni che possono rientrare da subito, riforma PA: novità giovedì oggi

Confermata la staffetta e rimandate tutte le altre proposte di cambiamento sulle pensioni dopo cancellazione mini pensione e contributivo donna. Novità e situazione in vista delle ultime discussioni




Le discussioni sulla questione previdenziale, ma non solo, secondo il nuovo calendario, arrivano a Palazzo Madama domani, mercoledì 18 novembre, per un passaggio che dovrebbe essere breve, in modo da riprendere le discussioni alla Camera la settimana prossima. I relatori continuano a lavorare per definire novità e soluzioni condivise da tutti per evitare eventuali scontri o strane alleanze. Ma le possibilità che qualcosa si faccia ancora, nonostante le aperture di alcuni ai nuovi metodi in prova, sono davvero poche.

Le ultime notizie confermano l’approvazione della staffetta, che secondo il ministro del Lavoro resta l’unico sistema oggi possibile e che se non dovesse portare risultati positivi sarà ancora rivisto; nulla su mini pensione, quota 100, né sui metodi in prova, basati su quota 100 e mini pensione o assegno universale e mini pensione, tornati alla ribalta in queste ultime settimane. 

Confermati i cambiamenti negativi come taglio del fondo per precoci e usuranti e nuovo blocco delle perequazioni per le pensioni superiori tre volte il minimo Inps dal 2017, ma anche la cancellazione di cambiamenti per contributivo donna per le lavoratrici che compiono gli anni nell’ultimo trimestre 2015, misura su cui tutti sembravano d’accordo; mini pensione, cambiamento presentato dal capogruppo del Pd al Senato Santini che avrebbe permesso ad un lavoratore prossimo alla pensione ma che resta senza lavoro di uscire prima chiedendo un prestito da restituire con decurtazioni sull’assegno finale, una volta maturata la pensione finale; e nuova salvaguardia per esodati.

Nulla sulla ricongiunzione onerosa dei contributi né tanto meno sulla semplificazione del cumulo, ma la cosa positiva è che è rimasto il fondo per la lotta alla povertà che rappresenta, come è stato spiegato più volte, un primo passo verso l’assegno universale. Ulteriori eventuali cambiamenti sulle misure in discussione, comprese le pensioni, potrebbero essere presentati anche oggi, anche se, come detto, sembra abbastanza difficile.

Probabili, infatti, cambiamenti per Imu e Tasi, investimenti per il Sud e per la sicurezza, ma ancora nulla sulle pensioni, così come su eventuali novità per il Canone Rai 2016. Rimandate, infatti, le proposte di cambiamento sulle pensioni, le principali questioni su cui ci si confronterà al Senato riguardano, dunque, i contributi fiscali per le imprese del Sud sulle nuove assunzioni, la riduzione della soglia dell’uso del contante ma solo in relazione ad alcuni capitoli specifici, come quello del money transfert.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il