BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni quota 100, mini pensioni, riforma professionisti Europa, Eicma salone moto, riforma Isee: ultime oggi mercoledì

Le novità ad oggi tra nuova proposta pensioni dai sindacati, nuove norme per le professioni in Europa, e ultime proposte moto al Salone Ecima di Milano




I sindacati si preparano a presentare una nuova proposta organica di cambiamenti della legge pensioni attuale, ma al momento non è ancora prevista alcuna novità positiva. Al via il Salone Eicma delle moto a Milano e  ultime notizie sulle nuove norme per le professioni in Europa.

Pensioni quota 100, mini pensioni: I sindacati si preparano a presentare una nuova proposta organica di cambiamenti della legge pensioni attuale. Secondo le ultime notizie, il nuovo piano unificato dei sindacati sulle pensioni sarà presentata il 17 dicembre e probabilmente riproporrà novità per la settima salvaguardia, contributivo donna nonché per piani che possano permettere, finalmente, di andare in pensione prima a tutti i lavoratori. Secondo i sindacati, infatti, serve un cambiamento necessario e urgente per le pensioni ma che sia universale e strutturale, andando oltre quelle misure parziali finora approvate e che sono servite nel corso del tempo come soluzioni tampone che, di fatto, non hanno cambiato poi molto la situazione. La necessità è quella di abbassare per tutti l’età di uscita dal lavoro e pensare a soluzioni ad hoc per lavoratori precoci e usuranti, categorie che sono state particolarmente penalizzate dalle norme oggi in vigore. Ciò su cui inoltre puntano i sindacati è la proroga ulteriore del contributivo donna, senza dimenticare la questione dei quota 96 della scuola che sembrano essere stati completamente dimenticati ormai. I sindacati, come avevano già del resto proposto tempo fa, spingono perché si metta a punto una soluzione che permetta l’uscita prima con il conseguente rilancio dell’occupazione giovanile. Misure necessarie anche per garantire la sostenibilità del sistema previdenziale italiano. Le precedenti proposte di cambiamento dei sindacati chiedevano di cancellare le penalizzazioni per i lavoratori precoci; rilanciare la previdenza complementare; modificare i coefficienti di trasformazione del montante contributivo perchè i lavoro svolti non sono tutti uguali; ma anche assicurare certezze ai giovani e pensare a piani di uscita prima per tutti. Le nuove misure richieste sono quelle che l’esecutivo non ha minimante considerato tra le novità attuali e probabilmente tutto sarà rimandato al prossimo anno. E’, tuttavia, necessario tornare a focalizzarsi su piani come quota 100, mini pensione, ma anche nuovi metodi in prova così come sull’assegno universale che, insieme all’uscita prima per tutti, garantirebbe una prestazione sociale che già esiste in quasi tutti gli altri Paesi europei e su cui sembrano tutti d’accordo, ministro dell’Economia compreso, che mira, appunto, ad adeguarsi al modello europeo. Sarà, dunque, fondamentale capire cosa conterrà nel dettaglio la nuova proposta di cambiamenti dei sindacati e tempi in cui l’esecutivo avrà davvero intenzione di agire sulle pensioni.

Riforma professionisti Europa: Esercitare la professione in un pese europeo sarà più facile dopo il debutto della tessera professionale, il documento che renderà più semplice la mobilità dei professionisti all’interno dell’Ue grazie al riconoscimento automatico delle qualifiche. La Tessera, che è un certificato elettronico vero e proprio in cui sarà attestato che il professionista interessato allo spostamento soddisfa tutte le condizioni necessarie all’esercizio dell’attività in un altro paese dell’Ue, sarà disponibile per alcune professioni selezionate, tra cui infermieri, farmacisti e fisioterapisti. Il professionista che vuole la tessera dovrà richiederla inviando tutti i documenti necessari all’autorità competente dello Stato membro di origine che avrà un mese di tempo per concedere la certificazione. In caso di dubbi, gli Stati membri potranno chiedere ulteriori informazioni o documenti.

Eicma Salone moto: Al via a Milano la nuova edizione 2015 del Salone delle due ruote, Eicma, vetrina di importanti debutti mondiali dedicata a curiosi e amanti del motociclismo. Protagoniste del Salone che apre i battenti domani, giovedì 19 novembre, al grande pubblico le moto, tra le ultime novità e rivisitazione di grandi esemplari. In vetrina i marchi più importanti, da Bmw alla Moto Guzzi V7 II Stornello, all’inedita Moto Guzzi V9 (Bobber e Roamer), alla Yamaha XSR900 che riprende lo stile degli anni Settanta, alle Triumph. All’Eicma 2015 Ducati presenta anche la Panigale 959, i nuovi motori 937 per la Hyperstrada e la Hypermotard e un’altra versione speciale della Scrambler, la Flat Track Pro; Suzuki presenta la rinnovata GSX-R 1.000, e Kawasaki la versione 2016 della ZX-10 R. Aprilia invece svela la versione 2016 della RSV4 RF. Passando agli scooter, le novità si concentrano soprattutto nello stand Piaggio, dove sono in mostra la nuova generazione di Liberty e l’inedito Medley 125-150 a ruote alte.

Riforma Isee: Mentre contiuano le proteste degli universitari contro il nuovo modello Isee 2015, il Ministero del Lavoro illustra i dati sui risultati delle verifiche sulle Dsu, che sono risultate nettamente più veritiere, e sugli Isee, diminuiti sì soprattutto a causa della minore possibilità di autocertificazione ma decisamente favorevoli per quasi metà degli italiani. Più rapidi anche i tempi di rilascio dell’Isee: sempre secondo il Ministero del Lavoro, per avere l’Isee servono in media quattro giorni, cioè meno di un terzo di quanto previsto dal regolamento Isee e gli errori nella compilazione sono sempre meno frequenti.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il