BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pubblica amministrazione, fondi disponibili rinnovo contratti statali e forze dell'ordine: Madia, nuovo intervento

Continua a essere in fermento il comparto pubblico, anche se vanno a rilento le operazioni che porteranno al rinnovo del contratto degli statali.




Definiti i Programmi operativi nazionali per la governance e le città metropolitane nell'ambito della riforma della pubblica amministrazione. Per le regioni del Sud sono pronti 679 milioni di euro, 102 milioni di euro al Centro- Nord, 46 milioni di euro a Abruzzo, Molise e Sardegna. Per quanto riguarda il Pon Città metropolitane sono disponibili 892,9 milioni di euro, di cui 566 milioni di euro vanno alle sei del Sud ovvero Napoli, Bari, Reggio Calabria, Messina, Palermo, Catania, altri 285,6 milioni di euro alle quelle del Centro-Nord ovvero Milano, Torino, Genova, Venezia, Firenze, Bologna, Roma, infine 40,8 milioni di euro a Cagliari. L'obiettivo è il miglioramenti dei servizi per i cittadini con la creazione di smart cities e piattaforme sull'innovazione sociale.

Vanno invece più a rilento le operazioni che porteranno al rinnovo del contratto degli statali. La ragione è sempre di carattere economico: quei 300 milioni di euro che l'esecutivo mette sul tavolo delle trattative sono considerati irrisori dai sindacati che hanno già convocato il personale del comparto pubblico per una grande manifestazione di piazza. Stanno invece per diventare realtà quei circa 120 milioni di euro aggiuntivi, per un totale di 300 milioni di euro, che andranno a rimpolpare i fondi per la sicurezza. Nel frattempo si definiscono i contorni delle nuove procedure sul licenziamento dei dipendenti: i dirigenti disporranno di procedure semplificate.

A ogni modo, come spiegato in sede di presentazione dal ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, si prospettano grandi opportunità con il Pon Metro Governance: "Questo governo cambia approccio per lo sfruttamento di queste risorse, progetto di cambiamento per questo paese anche nella semplicità di investire. Questi i punti più importanti per il nostro paese. Cittadinanza digitale, trasparenza con open data, stato su territorio condivisione con città metropolitane e infine semplificazione tra burocrazia e cittadino, queste sono le nostre priorità".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il